I consigli di chi ha superato il test,

approfondimenti, strategie e metodo di studio. Wau!

Istruzioni per la ricerca nel Blog:

  • inserisci le parole più rilevanti
  • fai precedere da un + le parole che DEVONO esserci (esempio: lavoro ospedale +chirurgo)
  • fai precedere da un - le parole che NON DEVONO esserci (esempio: lavoro ospedale -magazziniere)
  • racchiudi tra doppi apici le frasi che vuoi vengano cercate così come sono (esempio: "test di ingresso a Medicina del 2016")
  • sostituisci una o più lettere con un asterisco per cercare tutte le possibili combinazioni (esempio: radio* troverà radio, radiologo, radiologa, radiologia, radiofaro ecc.)

10 “TRUCCHI” PER SUPERARE IL TEST DI AMMISSIONE (..e in generale un test a risposta multipla).

Postato il 27 Aprile 2015 da almy@tin.it

orientamento.png Descrizione

Evitando di stare a sottolineare il fatto che non esiste concorso che si possa superare con il solo

fattore C, evitiamo anche di approfondire la questione preparazione. È necessario ricordare almeno

che non esiste nemmeno un concorso che si possa superare senza arrivare preparati. Per preparati

non intendiamo aver dato uno sguardo agli argomenti, ma avere piena coscienza di tutto ciò che si

avrebbe dovuto studiare ed essere convinti di aver fatto tutto il possibile per aver raggiunto un

livello di competenze (nelle materie oggetto di esame) medio-alto se non altissimo.

Detto questo, proviamo ad analizzare le problematiche di un test a risposta multipla per poi trovare

insieme le soluzioni più efficaci.

 

1. L'istinto lasciamolo agli animali.

Se dopo aver letto la domanda ci rendiamo conto che non abbiamo certezza della risposta corretta,

ma sappiamo di aver studiato (o solo letto) l'argomento, e nonostante questo siamo tentanti dal

mettere un crocetta su una delle probabili risposte, perché ci attira o perché sembra quasi che il

nostro cervello sia convintissimo di saperla... Bene! Siete cascati nel tranello. I quiz di questa

tipologia sono progettati proprio per questo! In questi casi l'intuito non vale proprio a niente. Devi

affidarti solo e sempre alle tue conoscenze, alle tue capacità di calcolo rapido e alla tua coscienza,

che sa sempre quando deve convincerti (spesso però non la si ascolta) di essere sicuro al 100% di

una cosa, in questo caso della risposta corretta.

Se tra le opzioni di risposte compaiono frasi o argomenti mai sentiti allora è sicura la soluzione:

NON RISPONDERE!!

 

2. Mettiti nei panni del criminale!

Se delle 5 risposte (come accade ai test di ingresso universitari) almeno due si assomigliano, nel

90% dei casi una di quelle è proprio quella corretta. I test così costruiti servono a valutare la tua

conoscenza specifica, dunque importi a scegliere tra due/tre risposte simili mira a far capire a chi

corregge quanto sei padrone di quell'argomento. Premettendo che il punto 1. sia ben assodato,

procedi valutando per prime proprio queste possibilità di risposta, e se non è stato sufficiente allora

scarta pure questo quiz.

 

3. Qui i gemelli non sono i gemelli diversi.

In molti quiz capita di trovare risposte identiche tra loro, ma scritte in modo completamente diverso.

Ad esempio

Qual è la capitale dell'Italia?

A Milano

B Roma

C Il capoluogo della Lombardia

D Genova

E La città in cui nacque Dante Alighieri

Chiaramente tutti sappiamo risolvere questo quiz. Però notate che la A e la C si riferiscono alla

stessa città? Bene, a rigor di logica, se esiste solo una risposta esatta, la A e la C non potranno mai

esserlo perché dovrebbero altrimenti essere corrette entrambe!

In questi quiz è facile, dunque, ridurre da subito le risposte su cui ragionare poiché si sono escluse

quelle uguali tra loro e che dunque sono al 100% errate.

 

4. Sempre, unicamente, esclusivamente...Non c'è nulla di esclusivo!

In molti quesiti le risposte esordiscono o si concludono con termini assoluti come "nessuno",

"esclusivamente", "tutti", "unicamente" etc. Questi sono tutti termini chiamati "sentinella" e devono

sempre essere interpretati con attenzione perché spesso sono caratteristici delle risposte errate! In

materie scientifiche come la biologia è raro che ci sia qualcosa di assolutamente certo, dunque in

questi casi utilizza anche questa discriminante per eludere i tranelli del quiz.

 

 

5. Gli opposti si attraggono!

Specialmente nei quesiti di chimica, matematica, fisica e logica matematica troviamo risposte

completamente opposte come ad esempio:

(3^5 -219)/2^3 è soddisfatta da:

A ) 24 B ) 394 C ) 3 D ) -3 E ) -16

Le risposte C e D sono tra loro opposte o comunque incoerenti, mentre la B è molto distante (come

risultato) dalle altre. Spesso la risposta corretta si trova tra le due opposte, oppure è proprio quella

completamente diversa. Chiaramente non sempre è così, ma quando capita, una volta risolto

l'esercizio, se si trova conferma tra queste due opzioni è chiaro che una di quelle è la risposta

corretta. Dato che si distinguono per il segno, sarà allora utile eseguire di nuovo i calcoli per

determinare il risultato corretto. Avremo dunque 2 conferme dettate dai nostri calcoli, e la 3

conferma è data proprio dalla presenza dei due termini simili, ma opposti. Se il risultato è

completamente differente allora sarà molto probabilmente uno simile alla risposta B dell'esempio.

 

 

6. Chi si assomiglia si piglia.

Ragionare per esclusione è molto utile in questi test, soprattutto quando abbiamo necessità di

rispondere, ma non sappiamo proprio quale si a quella corretta. Risposte di questo tipo:

A) Cicala, formica, lepre

B) Cicala, Farfalla, lumaca

C) Formica, lupo, coccinella

D) Lumaca, lupo, cicala

E) Stella, ape, istrice

Contengono un termine che si ripete più spesso degli altri ovvero "cicala". La regola non è sempre

valida, ma in più del 50% dei casi la risposta corretta è proprio una di quelle tre risposte contenenti

questo termine (A, B, D); dunque procedete ragionando prima su queste tre soluzioni.

 

 

7. Come in fisica...gli opposti si attraggono!

Se nelle risposte del quiz ci sono due termini esattamente di significato opposto tra loro

(destra/sinistra; aumenta/diminuisce; ...) uno dei due è spesso e volentieri quello corretto.

Concentratevi prima di tutto su quelle due risposte!

 

8. La qualità supera la quantità

Studiare per superare prove del genere (come quello per l'accesso all'università) necessita di un tipo

di approccio completamente differente da quello che generalmente si adotta per una prova orale o

un tema scritto. Bisogna studiare meglio, perché c'è meno tempo e più programma da studiare.

Le tecniche di memoria sono fondamentali per acquisire concetti e formule nel più breve tempo

possibile. WAU! le ha inserite nel suo metodo di studio per superare i test di ammissione; si

chiamano MemoVia-Mente senza limiti e ne è stata provata la loro efficacia soprattutto nello studio

dei programmi ministeriali del test di ammissione, dove sono bastati 3 mesi di preparazione per

superare il test utilizzando queste tecniche di apprendimento rapido.

 

9. Non c'è niente di meglio di sapere che non si sa abbastanza!

L'autocritica e l'autovalutazione è la base per il successo. Dopo aver studiato centinaia (se non

migliaia) di pagine, soprattutto se di materie diverse, la testa va un po' in tilt, a volte per pigrizia ci

fa credere di aver studiato anche troppo un determinato argomento e quindi noi saremo sicuri di

essere preparatissimi. Non c'è niente di peggio. Essere costanti nello studio è tanto importante

quanto essere costanti nell'auto valutarsi.

Per quanto riguarda i test di ammissione bisogna sempre gestire il tempo al meglio, soprattutto se

davanti a sé si hanno pochi mesi per prepararsi. WAUNIVERSITY.IT da la possibilità di verificare

in ogni momento la propria preparazione attraverso decine di simulazioni affidabili del test di

ammissione. Ti permette di capire quanto e come si ha studiato e di ricevere consigli specifici su

dove riprendere lo studio e approfondirlo.

 

10. Testa da punto interrogativo

La cosiddetta testa da quiz è di fondamentale importanza. Imparare a riconoscere il nemico aiuta a

capire come sconfiggerlo. Fate tutti i giorni tutti i quiz che riuscite a fare, inventateli, rispondete

(anche mentalmente) a tutte le domande che sentite anche casualmente. Esercitatevi con quiz di tutti

i generi e di tutti i livelli di difficoltà. Dovrete arrivare il giorno del test che subito dopo la prova

avrete la nausea solo a sentire qualcuno che vi pone una domanda!

Direi che come ultimo consiglio ci sta proprio: STUDIATE TANTO, PIU' CHE POTETE!