I consigli di chi ha superato il test,

approfondimenti, strategie e metodo di studio. Wau!

Istruzioni per la ricerca nel Blog:

  • inserisci le parole più rilevanti
  • fai precedere da un + le parole che DEVONO esserci (esempio: lavoro ospedale +chirurgo)
  • fai precedere da un - le parole che NON DEVONO esserci (esempio: lavoro ospedale -magazziniere)
  • racchiudi tra doppi apici le frasi che vuoi vengano cercate così come sono (esempio: "test di ingresso a Medicina del 2016")
  • sostituisci una o più lettere con un asterisco per cercare tutte le possibili combinazioni (esempio: radio* troverà radio, radiologo, radiologa, radiologia, radiofaro ecc.)

Test ammissione 2018: date ufficiali, bando, step fondamentali

Postato il 7 Marzo 2018 da almy@tin.it

Le prime informazioni sui test di ingresso dell’area sanitaria sono state pubblicate. In attesa del bando e del quadro complessivo, iniziamo a dare un’occhiata insieme alle date e ai vari step per la prova di ammissione.

Il calendario ufficiale dei test

Il periodo è lo stesso degli ultimi anni. Il test infatti cade durante il mese più amato da ogni studente italiano: settembre.

Questo è ufficiale, perché il MIUR ha pubblicato le date dei test di ammissione:

  • 4 settembre 2018: Medicina e Chirurgia + Odontoiatria e Protesi Dentaria
  • 5 settembre 2018: Veterinaria
  • 12 settembre 2018: Professioni Sanitarie
  • 13 settembre 2018: IMAT (Medicina + Odontoiatria in lingua inglese) 

Quando uscirà il bando?

Le date sono ormai certe, ma non il resto. Infatti, tutte le informazioni riguardo alle prove di ammissione sono contenute nel bando del Ministero. Questo esce di solito a luglio

Se devi prepararti alla prova d’ingresso, però, non disperare! Non dovrai aspettare così tanto per sapere quali siano gli argomenti o la struttura del test, il funzionamento della graduatoria nazionale o come iscriverti: di anno o in anno le modifiche del bando sono minime. Ti puoi quindi basare sul bando del 2017 per impostare la tua preparazione. 

Leggi qui gli argomenti del test di ammissione di Medicina

Gli step fondamentali dello studente

Per passare il test non basta gettare il cuore oltre l’ostacolo, ma bisogna sempre avere gli occhi fissi sulla prova. La preparazione è fondamentale, quindi dedica questi mesi a studiare, esercitarti, fare simulazioni, leggere consigli e metodi di studio. Ma preparati anche a tutta la parte di burocrazia che circonda la prova d’ammissione, perché è fondamentale.

Con l’uscita del bando, verranno chiariti i dettagli riguardo a:

 

  • data e modalità di iscrizione: di solito il periodo è limitato al mese di luglio; ci si iscrive online sul portale di Universitaly. Dovrai creare un tuo profilo con le tue informazioni anagrafiche, scegliere le tue preferenze per quanto riguarda gli Atenei delle diverse città italiane (potrai modificarle fino alla scadenza del periodo di iscrizione) e scaricare il bollettino MAV del contributo di partecipazione alla prova. Dovrai poi effettuare il pagamento del contributo attraverso il portale online dell’Ateneo che hai selezionato come prima scelta;

  • pubblicazione dei risultati anonimi: due settimane dopo il test potrai visualizzare online la graduatoria in forma anonima, corredata solo del tuo numero identificativo e non del tuo nome;

  • pubblicazione del tuo risultato: dieci giorni dopo la pubblicazione dei risultati anonimi, potrai visualizzare la tua prova con tutte le domande e le risposte e il tuo punteggio;

  • pubblicazione della graduatoria nominativa: circa un mese dopo il test potrai sapere se sei stato assegnato o prenotato in qualche Ateneo e chiarire la tua posizione immatricolandoti in quella sede o confermando il tuo interesse a rimanere in graduatoria per i successivi scorrimenti;

  • primo scorrimento della gradutaoria: circa una settimana dopo l’uscita della graduatoria nominativa.

Per esempio, per quanto riguarda il test di Medicina 2017 le date sono state:

  • dal 3 al 25 luglio: iscrizione al test 
  • 5 settembre: test di ingresso
  • 19 settembre: pubblicazione risultati anonimi
  • 29 settembre: pubblicazione dei punteggi e del test di ogni singolo candidato
  • 3 ottobre: pubblicazione graduatoria nominativa nazionale
  • 11 ottobre: primo scorrimento

La struttura del test di ammissione

Le prove di Medicina, Odontoiatria e Veterinaria sono nazionali, quindi il test è lo stesso per ogni studente che parteciperà alla prova. 

Il test di Medicina e di Odontoiatria vengono sostenuti nello stesso istante, perché sono materialmente lo stesso test, che ha questa struttura: 

- 60 domande in 100 minuti, di cui:

    • 2 quesiti di cultura generale
    • 20 quesiti di ragionamento logico
    • 18 quesiti di biologia
    • 12 quesiti di chimica
    • 8 quesiti di matematica e fisica

Il test di Veterinaria invece ha una ripartizione diversa per quanto riguarda le domande:

  • 2 quesiti di cultura generale
  • 20 quesiti di ragionamento logico
  • 16 quesiti di biologia
  • 16 quesiti di chimica
  • 6 quesiti di fisica e matematica

Le prove di ammissione per i corsi delle Professioni Sanitarie, invece, non sono nazionali. La data è la stessa per ogni città, così come il bando in cui sono stabiliti gli argomenti d’esame. Le domande del test possono invece essere diversi. Alcune città utilizzano il test Cineca, quindi in più sedi può essere somministrata la stessa prova. 

Come funzionano le graduatorie?

La differenza tra Professioni Sanitarie e le altre facoltà sanitarie a numero chiuso si mantiene anche nel campo della graduatoria.

Per Medicina, Odontoiatria e Veterinaria la graduatoria è nazionale: uno studente di Sassari compete con uno studente di Roma. Per Professioni Sanitarie, invece, è locale: solo chi ha partecipato al test a Roma può competere con gli altri studenti che hanno fatto lo stesso.

Per capire come funziona la graduatoria nazionale, ecco un articolo che ne spiega i meccanismi e un video molto semplice ed efficace.

Tutto ciò che devi sapere sulla graduatoria nazionale

Video: come funziona la graduatoria nazionale?