Chat with us, powered by LiveChat

Il segreto per sconfiggere la pigrizia e studiare meglio

riposo

Sei schiavo della pigrizia?

Bene, se non hai risposto “sì, ma leggo più tardi” siamo già sulla buona strada.
Se ti ritrovi a fissare il soffitto per ore pensando che dovresti studiare, questo è l’articolo che fa per te. Continua a leggere. Scoprirai che smettere di procrastinare non è difficile e faticoso come pensavi.

Ci sono semplici accorgimenti che ti aiuteranno a studiare meglio e a sprecare meno tempo.

Davvero la pigrizia è più forte di te?

A volte è necessario fare un passo indietro per riuscire a vedere meglio il quadro d’insieme. Focalizza meglio i tuoi obiettivi allargando la visuale.
Perché devi studiare? Quali sono i tuoi obiettivi a lungo termine? Non pensare a quelli nell’immediato, davanti ai quali ti blocchi. Non il test d’ammissione, non il punteggio minimo per riuscire ad entrare. Devi studiare perché vuoi diventare medico, veterinario o fisioterapista e così via. Lo vuoi davvero? Chiedilo a te stesso. Perché se la risposta è sì, allora capirai che non devi studiare, ma vuoi studiare.

E quando vuoi davvero qualcosa, lo sai, la tentazione di procrastinare non ha nessun effetto.

Trasforma l’imposizione del test in un’opportunità

“Ma il test è ingiusto e devo impegnarmi per superare un inutile ostacolo imposto dall’alto”. Ti ho sentito: smetti subito di pensarlo. Che sia vero o meno, il pensiero di essere vittima di un’ingiustizia è un ottimo invito a sdraiarsi comodamente sulla pigrizia. I temi del test non sono forse una preparazione alle materie che dovrai studiare in futuro ancora più nello specifico? Non pensare che sia uno studio inutile, quello che devi affrontare ora, ma un modo per essere piùcompetenti e facilitati nell’apprendimento quando sarai all’università.

Meno fai e meno vorresti fare: ritrova la motivazione

dreamstime_l_50620002.jpg DescrizionePurtroppo sappiamo tutti che è così. I cinque minuti di pausa diventano dieci, poi venti e un’ora dopo sei ancora sul divano. Capita quando non ci si organizza bene o quando la nostra forza di volontà non è ferrea.
Ottimizzare il tempo non è però solo un modo per studiare meglio, per raggiungere i propri obiettivi ed essere soddisfatto poi (come se fosse poco!). Riuscire a studiare bene è anche il modo migliore per avere il tempo di rilassarsi e fare ciò che ci piace senza la minaccia incombente dello studio e il senso di colpa. Impara a studiare meglio, sarai soddisfatto e motivato per farlo ancora meglio e avrai tutto il tempo da dedicare a ciò che preferisci.

La pigrizia è solo un sintomo.
Qual è la vera causa? E’ forse la paura di non riuscire che ti blocca? L’unico modo per cancellare il timore di fallire è sfidare te stesso a fare meglio. Dopo lo sforzo iniziale per riuscire ad essere più costante nello studio, verrai ripagato. Non appena i primi risultati arriveranno, la paura verrà sostituita dalla consapevolezza che ce la puoi fare.

Combatti la pigrizia con l’organizzazione e alcuni metodi pratici

Dopo aver capito che cosa alimenta la tua tendenza a procrastinare, arriviamo al pratico. Sì, perché l’autoanalisi non basta per riuscire a sconfiggere la pigrizia.

Ecco alcuni consigli che si riveleranno utili:

  • Crea un piano di studio. Fare ordine e avere obiettivi precisi è il modo migliore per non scoraggiarsi di fronte alla mole di lavoro e per riuscire a monitorare meglio come si sta lavorando.
  • Non rimandare ciò che è più faticoso. Se lo fai, tutti gli argomenti più ostici si accumuleranno pian piano, togliendoti ancora una volta la voglia di studiare. Quando li affronterai subito ti accorgerai che li avevi sopravvalutati e che, ancora una volta, hai vinto tu. Contro la pigrizia e contro la paura di non riuscire.
  • Studia in compagnia. In due è più facile non cedere alla tentazione del divano. Stai attento però a trovare il compagno di studi giusto: evita chi non è motivato e può peggiorare la situazione.
  • Prenditi le giuste pause per ossigenare il cervello. Non esagerare con lo studio. Capisci i tuoi limiti e non strafare: se studi troppo a lungo, soprattutto nel primo periodo, sentirai subito la fatica. Il tuo cervello non recepirà bene le informazioni e la pigrizia subito busserà di nuovo alle porte. Stabilisci degli orari per lo studio compatibili con la tua tabella di marcia, delle piccole pause intermedie e i tempi in cui rilassarti.
  • Riassumi, scrivi, schematizza. Sarà più facile ripassare nell’ultimo periodo della tua preparazione. Inoltre ti darà una conferma visiva del lavoro che stai facendo. Avrai sotto gli occhi la prova che sai come sconfiggere la pigrizia e sarai invogliato a farlo di nuovo.

La pigrizia è la peggior nemica dello studio, non darle più spazio.

Provaci: sarai davvero contento di aver smesso di dire “lo faccio domani”.

sprecotempo.jpg Descrizione

ARTICOLI CONSIGLIATI:

Il giorno del test: cosa fare, cosa aspettarsi, come viverlo al meglio

10 “TRUCCHI” PER SUPERARE IL TEST DI AMMISSIONE

WAU

WAU

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter WAU

Entra in WAU!

500 quiz inediti e commentati classificati per materia, argomento e livello di difficoltà + 5000 quiz ministeriali. Tutto ciò che ti serve per prepararti al Test di Ammissione.

Cosa aspetti? Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato