Chat with us, powered by LiveChat

Le 5 fasi della preparazione al test di medicina

5 fasi

Tra tua madre che ti ripete di sistemare la camera e la professoressa che ti domanda se sei preparato per l’interrogazione, sicuramente non vorrai sentire la fatidica domanda: “sei preparato per il test?”. Allora niente domanda, non farò né la mamma stressante né la professoressa cattiva, ma ti aiuterò nella preparazione del test di ingresso compiendo cinque passi. Mi segui? 

Fase 1: conosci il tuo nemico

Da Achille a Napoleone, passando da Cesare ad Attilla, nessun grande condottiero è arrivato alla battaglia senza conoscere il nemico.
La storia ci insegna che studiare il proprio avversario è la prima mossa vincente.

Mancano sei mesi al test di ingresso e non puoi non conoscere il tuo avversario, è inconcepibile. Quel giorno sarai solo con le tue conoscenze, con la tua penna e il tuo orologio che segnerà lo scorrere di quei 100 minuti nei quali dovrai svolgere ben 60 quesiti divisi tra gli argomenti di: 

  • chimica;
  • logica e cultura generale;
  • biologia;
  • matematica;
  • fisica. 

Per ogni quesito avrai a disposizione cinque opzioni di risposta e ovviamente una sola di queste sarà quella corretta.

Nessuno conosce i quesiti del test, ma la storia continua a darci ottimi insegnamenti: puoi mirare ai quiz più probabili. Ebbene sì, perché abbiamo notato che alcuni argomenti si ripetono in modo più o meno ciclico, quindi rispolvera i test degli anni precedenti e….ASPETTA! Ma noi di Wau abbiamo già fatto questo lavoro per te.

Allora cosa aspetti? Dai un’occhiata ai quiz più probabili di fisica, chimica, biologia e matematica.

Fase 2: entra nel vivo del test

Il test si è presentato, ma adesso devi conoscere i suoi aspetti più nascosti. Il modo migliore per scoprire le mille sfaccettature del test si nasconde dietro due grandi alleati: simulazioni ed esercitazioni.
Dietro queste due figure si nasconde gran parte del tuo successo, perché sono il banco di prova che ti permetterà di rendere le nozioni teoriche delle azioni pratiche.

Attraverso le simulazioni e le esercitazioni potrai:

  • misurare il tuo livello di preparazione, concentrandoti sugli argomenti nei quali ritieni di essere meno preparato, così da non avere più punti deboli;
  • imparare a gestire il tempo, grande nemico di ogni studente;
  • prendere confidenza con il concetto di errore, esorcizzandolo e non cascandoci più;
  • metterti a confronto con studenti che come te si stanno preparando al test, misurando il tuo livello di preparazione con quello di terzi.

Ricorda che si parte a piccoli passi, ma si punta sempre in alto!

La piattaforma Wau ti permette di esercitarti di continuo. Come? Registrati sul nostro sito, effettua il login ed entra nel vivo del test!

prepararsi al test di ingresso

Fase 3: supera l’ansia, la paura del tempo e la disorganizzazione

TICK-TACK. Il tempo continua a scorrere e il nostro countdown prosegue. I nostri consigli però continuano e ti accompagneranno fino al giorno del test,  che sarà a settembre del 2017.

Tra pasqua, gita di quinta superiore e maturità, settembre sembra già alle porte, ma non devi farti prendere dall’ansia, perché è la prima nemica.
I mesi a disposizione devono essere sfruttati al meglio e l’organizzazione è la prima arma che ti porterà al successo. 

Anche se la tua stanza è sempre in disordine e sei uno di quelli che decide sempre all’ultimo minuto se andrà in discoteca o al pub, per il test di medicina devi avere le idee ben chiare, devi organizzare lo studio tramite tabelle di marcia: poniti degli obiettivi giornalieri tenendo d’occhio il quadro generale della tua preparazione e lavora sodo al raggiungimento di essi.

Inizia da piccoli traguardi, ma non lasciare che questi si accumulino, perché finiranno con lo schiacciarti, quindi il consiglio è: non procrastinare.

Per non essere risucchiato dal vortice dell’ozio puoi dividere il tuo tempo seguendo, per esempio, la tecnica efficace del pomodoro.

  • Prendi il tuo timer (che sia da cucina o dal tuo smartphone).
  • Poniti una serie di obiettivi.
  • Imposta il timer su 25 minuti = 1 pomodoro.
  • Lavora su un obiettivo per 1 pomodoro.
  • Non distrarti durante il pomodoro.
  • Alla fine del pomodoro prenditi una pausa di 5 minuti.

Organizzare e pianificare lo studio ti permetterà di ritagliarti spazi anche per te, di riposare e far ossigenare il cervello, di dedicare spazio agli amici, ma senza avere quella vocina dentro che ti ripete “devi studiare ancora venti pagine per oggi”. Noi siamo il tuo grillo parlante, ma di quelli buoni!

Fase 4: conosci gli alleati che non sapevi di avere

Mi piace pensare che dei ragazzi giovani come noi possano trovare sempre stimoli per lo studio. Non mi piace chi lo vede come un obbligo in tinte bianco e nero, fatto di manuali e pile di libri. Lo studio si può rivelare piacevole quando è condiviso, quindi se hai un gruppo di amici che preparano il test di ingresso come te, potresti chiamarli e studiare con loro: lo studio in gruppo è motivante, il confronto con gli altri ti spingerà a  fare meglio.

Inoltre è bello pensare che nel 2016 la tecnologia sia nostra amica, che il nostro smartphone possa contenere app che ci aiutino a studiare fuori casa, in stazione mentre attendiamo il treno o in coda alle poste, che la musica possa accompagnarci nello studio, che la tv o il web ci proponga modelli ai quali ispirarci. 

Il nostro cervello è pronto a recepire mille informazioni, vuole essere stimolato e a volte basta davvero poco. Il tuo cervello come reagisce a queste immagini? 

prepararsi al test di ammissione

Fase 5: credi in te stesso 

Le fasi di preparazione al test sono giunte alla fine. Gli alleati e gli aiuti che troverai all’esterno sono numerosissimi, alcuni più validi di altri, ma tutti pronti a motivarti per il successo. Tra simulazioni, esercitazioni, consigli pratici per organizzare il tempo e lo studio, non devi dimenticare che la fase che più sarà utile per il raggiungimento del test è credere in te stesso. Ci saranno giornate nere in questi sei mesi, arriverai al test con più caffè che acqua in corpo, le tue occhiaie faranno invidia a quelle di zio Fester, ma non smettere di credere in te stesso. Superare il test di medicina non è un sogno, non è un’utopia, è il tuo obiettivo. Lavora sodo, scarica la nostra guida, supera gli ostacoli, studia costantemente e compra del buon caffè.

Alessia Tripodo

 

Alessia Tripodo


Sole, tanto mare, buon cibo ed eccomi. Alessia, siciliana doc, 21 anni, studentessa di lettere moderne con un sogno nel cassetto: scrivere.

Wau ha sbirciato nei miei cassetti ed il mio sogno ha iniziato a prendere forma.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Dove studiare Medicina? I migliori atenei a cui aspirare

Le 5 buone abitudini per avere successo al test di ammissione

Da ER a Grey’s Anatomy: la figura del medico nei film e nelle serie tv tra finzione e realtà

 

WAU

WAU

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter WAU

Entra in WAU!

500 quiz inediti e commentati classificati per materia, argomento e livello di difficoltà + 5000 quiz ministeriali. Tutto ciò che ti serve per prepararti al Test di Ammissione.

Cosa aspetti? Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato.