Chat with us, powered by LiveChat

Qual è il punteggio minimo per entrare a Medicina?

Conoscere le statistiche di ammissione degli anni precedenti aiuta a prevedere quanti punti servano al test 2016 per entrare a Medicina. Dove si piazzerà l’asticella, quest’anno? 

Se anche tu hai intenzione di partecipare al test di ingresso a Medicina del 2016, sei capitato proprio nel posto giusto.
La prima domanda, nonché la più frequente, che gli studenti che si apprestano a studiare per il test di ammissione si pongono è: “quale punteggio mi serve per entrare?”
Ciò che io ti consiglio di fare è di iniziare il tuo stimolante percorso di preparazione al di là di questo interrogativo, perché non esiste una risposta certa.
Quello che possiamo fare è un confronto tra le prove di ammissione assegnate dal Ministero anno dopo anno, così da spingerci verso qualche previsione riguardo al test che devi affrontare.
Può esserti molto utile conoscere il punteggio minimo di accesso degli anni precedenti,  svolgere come simulazione i test ministeriali di quegli anni e confrontare il tuo risultato con quello dei candidati di quell’anno.
Saresti verosimilmente stato ammesso?

Il punteggio minimo di ingresso degli anni precedenti

Come dicevo, il primo passo da fare è riprendere alla mano alcuni dati e mi riferisco all’andamento generale dei test di ingresso negli ultimi due anni.
Questo è davvero importante, perché è possibile commentare l’esito della prova e spiegare le differenze che emergono dalle statistiche.
Non solo, ma orientarsi sui punteggi minimi di accesso nei diversi atenei può rivelarsi utile per impostare una buona “lista di preferenze” nel periodo poco precedente il test.

Nel 2014 gli iscritti al test di medicina erano (circa) 69600, per 10551 posti. Il rapporto tra posti disponibili e richiedenti era indicativamente di 1/6,7.
Il punteggio conseguito dall’ultimo candidato immediatamente ammesso per quell’anno è stato di 33,9 punti, un risultato non troppo proibitivo, non credi?
In verità il punteggio minimo di ammissione per diversi atenei si è abbassato notevolmente in seguito agli scorrimenti a cui la graduatoria è soggetta ogni anno.
Se hai bisogno di chiarirti le idee su cosa sia uno scorrimento e su come influenzi l’abbassamento dei punteggi di ingresso, confrontati con un nostro precedente articolo in cui ti spiego tutto ciò che devi sapere!

Qui nella tabella puoi trovare i dati relativi al punteggio minimo di accesso nei diversi atenei italiani in seguito ai meccanismi a cui ho accennato.

punteggio minimo test medicina 2015punteggio minimo test ammissione medicina 2015

Cosa è cambiato nel 2015?

Il numero di iscrizioni alla prova di ammissione è calato del 13%, arrivando circa a 60600, così come il numero di posti disponibili, lievemente sceso a 9513.
Il rapporto tra posti disponibili e richiedenti è quindi stato di 1/6,4,mantenendosi molto simile al precedente 2014.
Prima di confrontare i risultati tra i due anni devi tenere conto di questi due fattori:

1) La prova del 2015 si è tenuta l’8 Settembre e non ad Aprile come l’anno precedente.
Come puoi immaginare questo ha significato, almeno teoricamente, una maggiore preparazione dei candidati, i quali hanno avuto a disposizione i due mesi estivi post-maturità per focalizzarsi sullo studio per il test.

2) Il test di ammissione del 2015 è stato diverso, secondo noi un po’ più complesso.

Essendo ancora in corso alcuni scorrimenti non è possibile proporre una griglia di punteggi minimi per diversi atenei, come ho fatto per il 2014, ma possiamo ugualmente attuare un confronto. Pochi dati bastano per capire che i punteggi del 2015 sono stati di poco più bassi di quelli del 2014.

Prendiamo ad esempio la posizione numero 5000 della graduatoria nazionale: nel 2014 aveva un punteggio di circa 42, mentre quest’anno ha un punteggio di 38.
4 punti di differenza, come credo tu immagini già, sono davvero tanti.
Stesso scarto si ritrova scendendo di alcune posizioni. La numero 9000 nel  2014 aveva 35 punti, mentre quest’anno solo 32.

Cosa puoi aspettarti dal test di Medicina 2016


La verità è che non è affatto possibile condurre una previsione certa, questo è da ammettere. Tuttavia possiamo provare a confrontare le condizioni in cui il test del 2016 sarà svolto con quelle che hanno caratterizzato le prove precedenti.
Anche stavolta è bene prendere in considerazione il periodo in cui si svolgerà il test: inizio settembre, come è stato per il test 2015, e non metà aprile come in precedenza.

Nel 2015 un aumento di complessità della prova di ammissione si è riflesso in un lieve abbassamento del punteggio minimo di ammissione.

Sarà così anche nel 2016?
Ti dirò la verità: io credo di sì.

Io penso che il test che andrai a svolgere sarà ancora leggermente più complesso e credo che la preparazione generale degli studenti aumenterà, probabilmente allarmati dai  quesiti più impegnativi proposti nel 2015.

Se dovessi indicarti un punteggio credibile per accedere ti direi 35 punti, a patto però che tu sia disposto a studiare in qualsiasi ateneo italiano..
Non è possibile prevedere un punteggio minimo di ingresso per ogni ateneo. Questo dipenderà dal numero di richiedenti in rapporto ai posti messi a disposizione, dati che saranno disponibili solo con la pubblicazione del bando di concorso.

punteggio minimo test medicina 2016

È così difficile ottenere 35 punti al test?

Abbiamo constatato che per gli anni precedenti il punteggio minimo di ingresso è stato poco più di 30 punti e sulla base di alcune rilevanze abbiamo condotto una previsione sul test 2016.
La questione che vorrei commentare ora con te è questa: davvero è così utopico essere ammessi a Medicina? Secondo me no.

Come sai il test è composto da 60 domande, ognuna delle quali presenta una risposta corretta tra le 5 alternative proposte.
Questi 60 quesiti sono poi distribuiti secondo argomenti diversi quali la logica (22 domande), la biologia (18), la chimica (12) e per finire matematica e fisica (8 domande in tutto).
Per ogni risposta corretta, inoltre, porterai a casa un bel punto e mezzo, ma ogni errore ti penalizzerà di 0.4.

Ti sembra difficile rispondere correttamente a poco più di un terzo dell’intero test?

Se infatti rispondessi correttamente a 23 domande su 60 otterresti un punteggio di 34,5 (1,5 x 23). Ti assicuro che, con la giusta preparazione, rispondere correttamente a 23 quesiti è una passeggiata.
È vero che i quiz di argomento scientifico richiedono uno studio non indifferente, ma tu hai tutto il tempo che ti serve per esercitarti.

Oltre allo studio delle materie scientifiche che il test comprende, fai esercizio sulla logica!
Migliora con numerose simulazioni la tua velocità nel cogliere diverse strategie risolutive dei quesiti, impara a divertirti mentre li svolgi e vedrai che anche le domande più ostiche ti sembreranno a portata di mano.

Fai tua l’abilità di rispondere per esclusione in modo intelligente. Ci sono dei precisi momenti in cui puoi e devi farlo. Non è detto che per rispondere correttamente tu debba conoscere tutto, però devi sapere “come” rispondere.

Ora è proprio tempo che tu vada a studiare e ti saluto con due ultimi consigli.
Sfrutta tutti gli strumenti che hai a disposizione: tu sai quali sono, vero?
Organizza il tuo metodo di studio. Hai bisogno di una mano per gestire la preparazione? Scarica la guida gratuita di WAU!

Enrico Armiento

Enrico ArmientoHo 19 anni e da altrettanti il mondo mi incuriosisce. Suono la chitarra e, quando ho tempo, studio Medicina.
Dicono che io sia bello, intelligente, simpatico… chi sono io per dissentire? Dopotutto sono WAU.

 Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Test di Medicina 2016: mira ai quiz di Fisica più probabili

Ecco perché sbagli a non affrontare subito le simulazioni

WAU

WAU

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter WAU

Entra in WAU!

500 quiz inediti e commentati classificati per materia, argomento e livello di difficoltà + 5000 quiz ministeriali. Tutto ciò che ti serve per prepararti al Test di Ammissione.

Cosa aspetti? Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato.