Chat with us, powered by LiveChat

5 film da vedere se ti stai preparando al test di ammissione

Ecco alcune storie che ti aiuteranno ad affrontare il test con più motivazione, più grinta e con la consapevolezza dell’importanza del tuo futuro mestiere.

Se per prepararsi al test ti hanno sempre fatto credere che bastasse un manuale su cui studiare e una buona piattaforma di simulazioni dove esercitarti, non credere loro. Chi te l’ha fatto credere non ti vuole medico, non ti vuole infermiere o radiologo, ma un impiegato ben stipendiato, un elettricista che non usa cavi, ma arterie e nervi.
Se ci pensi, è come dire che per diventare un buon medico ti basta conoscere il corpo umano e tutti i principi che ne regolano la fisiologia. Spero che tu sia d’accordo con me che quella che ti prepari a praticare non sia solo una professione, ma una passione che diventa stile di vita, una vocazione che prende forma grazie alle tue capacità e al tuo impegno.
Secondo me un medico, un fisioterapista, un infermiere, non sono un meccanici del corpo umano, ma angeli a cui non servono le ali se hanno un gran cuore, il libro giusto e una buona equipe.

Ho deciso perciò di farti conoscere meglio ciò che sta davvero alla base di uno dei mestieri, a mio avviso, tra i più antichi ed importanti: curare il corpo umano. Ho pensato così di proporti alcune storie vere diventate film.

Non solo: per affrontare il test avrai bisogno di una buona dose di carica e motivazione. Alcuni dei film che sto per consigliarti ti riempiranno di voglia di raccogliere tutte le energie e affrontare questa tua piccola “battaglia”. Sei pronto?

Patch Adams

Forse questo è uno dei titoli più comunemente citati quando si parla di “film sulla Medicina”, ma io vorrei proporti l’ottica secondo me più corretta per apprezzarlo realmente.
Questa è la storia vera, leggermente romanzata, di Hunter Doherty “Patch” Adams, un medico statunitense con una vita tutta da scoprire.
Dopo la sua laurea, durante il periodo di esercizio all’ospedale della Georgetown University egli aprì, a casa sua, un centro di cura indipendente, una clinica gratuita e aperta a tutti, così da impedire che il diritto alla salute fosse vincolato all’assicurazione sanitaria troppo costosa per tanti.
Probabilmente il nome di “Hunter Adams” non è tra i più conosciuti, ma scommetto che conosci la tecnica della clownterapia di cui egli è pioniere e che oggi viene ritenuta un’efficace tecnica clinica abbinata alla medicina tradizionale.
Ciò che il film rivela è un aspetto fondamentale della professione medica: non impediamo la morte, ma rendiamo gioiosa la vita!
Sulla base di questi valori egli fondò un istituto poco convenzionale, il “Gesundheit! Institute” ed ecco le parole di Adams per spiegare, di certo meglio di come potrei farlo io, il suo ambizioso progetto:

« Per noi guarire non è solo prescrivere medicine e terapie ma lavorare insieme condividendo tutto in uno spirito di gioia e cooperazione. La salute si basa sulla felicità – dall’abbracciarsi e fare il pagliaccio al trovare la gioia nella famiglia e negli amici, la soddisfazione nel lavoro e l’estasi nella natura delle arti »

patch adams film medicina

Testament of Youth 

Questo terzo film tratta la storia vera di Vera Brittain, una giovane ragazza vissuta durante la prima guerra mondiale. Il suo spirito altruista, assieme alle sue capacità letterarie, le assicura tutt’oggi un posto sicuro nel programma di letteratura inglese del quinto anno di liceo. Il film prende il nome dal romanzo del 1933 di Vera, che dimostra, tra le altre cose, l’indole pacifista di questa giovane ragazza inglese.
Vera non rimane a guardare inerte gli uomini che muoiono e i suoi fratelli che partono al fronte, ma prende parte alla Grande guerra come crocerossina. Il film descrive, secondo me molto bene, le condizioni in cui lavorava e la sua dedizione alla cura, al prendersi cura dell’uomo, prima ancora che dell’alleato di guerra, soccorrendo nei tendoni da campo anche gli avversari tedeschi.

testament of youth film test di ammissione

Unbroken

Questa, che devi assolutamente conoscere, è la storia vera di un atleta olimpico di origini italiane, Louis Zamperini. Fu il detentore di diversi record mondiali, ma quello che il film mette in evidenza non è tanto la sua abilità nello sport, ma la forza d’animo trasformatasi in resistenza fisica che tanto lo caratterizzarono anche durante la seconda guerra mondiale a cui partecipò come bombardiere.
Nel ’42 il suo aereo cadde e rimase nell’oceano per un mese e mezzo, mangiando pesce crudo e ben poco più, come puoi immaginare.
Fu però solo l’inizio dell’esperienza che mise alla prova l’integrità e la forza di quest’uomo che, dal Pacifico, venne prelevato dai nemici giapponesi.
Non voglio anticiparti proprio nulla, ma vorrei che tu, come è stato per me, vivessi dallo schermo le esperienze di Louis e che questo sia occasione di accogliere meglio il senso della determinazione, dell’integrità mentale e della pazienza.
Se non sarà questo ad incoraggiarti nel perseguire a testa alta i tuoi obiettivi, non so proprio cosa potrebbe.

unbroken test di ammissione

Into the wild

Questo è un film necessario. Non solo pieno di emozione, con una colonna sonora speciale e ricco di scenari mozzafiato, ma davvero necessario.
È la storia vera di Christopher McCandless, un ragazzo di famiglia benestante che decide di partire e lasciarsi tutto, ma proprio tutto, alle proprie spalle, in un viaggio alla ricerca di se stesso, quanto più vicino possibile alla sola natura.
Non posso proprio anticiparti nulla, ma l’importanza di questa storia è chiara: ciò che spontaneamente mi ha indotto e che spero indurrà in te è una riflessione sulla propria vita, sui propri obiettivi e su ciò che è davvero importante.
Guarda il film e mi dirai se non è davvero azzeccato in un momento così intenso della tua vita e ricco di cambiamenti di cui forse non recepisci ancora a pieno l’entità.

test di ammissione into the wild

Gifted hands – il dono

Questo, che ti consiglio di guardare assolutamente, è uno dei miei film preferiti.
La storia vera del neurochirurgo Ben Carson, fra i più illustri al mondo nel suo mestiere, mi ha stimolato e spronato in ogni momento di difficoltà, mi ha motivato più di quanto già non lo fossi a studiare Medicina e mi ha fatto crescere come pochi altri film.
Come potrei non proportelo?
La storia, prima ancora di raccontare di Ben come medico e di condurci con lui in sala operatoria, parla della sua crescita personale, dell’importante figura che sua madre è stata per la sua formazione e ci rivela un uomo umile perseguitato dai pregiudizi razziali, ma che riesce a riscattarsi e subire una vera e propria metamorfosi: da un demotivato ragazzino del ghetto, con tutti i suoi problemi, ad uno dei neurochirurghi più rispettati al mondo.
Ciò che mi piacerebbe che rimanesse dentro di te non è solo l’emozione della sala operatoria, ma anche le passioni del giovane Ben, vorrei che tu notassi il modo in cui egli supera le sue difficoltà ed ambisce all’eccellenza.
Se dovessi ancora stimolarti a guardarlo ti direi che nel 1987 Carson acquistò fama mondiale per aver partecipato alla prima separazione di due gemelli siamesi uniti alla base del cranio, un’operazione estremamente delicata e complessa, che richiese cinque mesi di preparazione e 22 ore di intervento.
Buon film!

test di ammissione gifted hands

Adesso devo smetterla di scrivere e lasciarti scegliere quale film vedere per primo. Continua la tua preparazione costantemente, credi in quello che fai e presto sperimenterai davvero cosa vuol dire ciò per cui stai lottando. Se poi hai un minuto libero guarda anche queste foto: ti mostreranno ancora un lato in più degli studi medici.
Allora a presto, buona giornata!


Enrico Armiento

Enrico ArmientoHo 19 anni e da altrettanti il mondo mi incuriosisce. Suono la chitarra e, quando ho tempo, studio Medicina.
Dicono che io sia bello, intelligente, simpatico… chi sono io per dissentire? Dopotutto sono WAU.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Mancano 7 mesi al test: scopri se ti stai preparando nel modo giusto

Dove studiare Medicina? I migliori atenei a cui aspirare

Le 5 buone abitudini per avere successo al test di ammissione

 

WAU

WAU

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter WAU

RESTA AGGIORNATO

Ricevi tutte le ultime novità per prepararti al meglio al test