Bando concorso straordinario: le novità

bando concorso straordinario

Seguici sui social

Il concorso scuola straordinario è scaduto.

Ti sei iscritto?

Leggi tutte le ultime novità sul bando per il concorso straordinario.

Infatti, a luglio sono state pubblicate importanti modifiche e integrazioni al concorso scuola 2020 straordinario. Queste novità sono servite ad adeguare il decreto del concorso straordinario con il Decreto Rilancio del 6 giugno.

Qua puoi scaricare il bando del concorso straordinario in PDF del 28 aprile 2020.

Continua a leggere per tutte le informazioni che devi sapere:

  1. novità
  2. articolazione concorso
  3. domande
  4. date
  5. sedi
  6. requisiti
  7. le prove
  8. cosa studiare

1. Bando concorso straordinario: le novità

Le modifiche al bando del concorso straordinario sono state pubblicate in Gazzetta Ufficiale il 10 luglio 2020.

Le principali novità riguardano:

  • l’aumento dei posti messi a concorso, 8 mila in più, per un totale di 32 mila assunzioni di insegnanti precari, contro i 24 mila iniziali;
  • causa Covid-19, la prova scritta potrebbe svolgersi in una regione diversa rispetto a quella corrispondente al posto per il quale il candidato ha fatto domanda;
  • la prova scritta da 150 minuti sarà costituita da domande a risposta aperta, distinta per classe di concorso e tipologia di posto, da svolgersi con il sistema informatizzato;
  • ai vincitori della procedura concorsuale straordinaria immessi in ruolo nel 2021/2022 che però rientrano nei posti destinati al 2020/2021, è riconosciuta la decorrenza giuridica del rapporto di lavoro dal 1° settembre 2020.

Qua trovi la rettifica di luglio al decreto scuola straordinario.

2. Com’è articolato il concorso straordinario scuola 2020

Il bando prevede una procedura concorsuale per titoli ed esami, a livello nazionale e organizzata su base regionale, per l’immissione in ruolo negli anni scolastici 2020/2021, 2021/2022, 2022/2023:

Ogni candidato ha potuto scegliere una regione nella quale effettuare il concorso e accedere a una sola classe di concorso.

Però, in aggiunta alla classe di concorso, si può concorrere per i posti di sostegno, requisiti permettendo.

3. Come partecipare al concorso scuola straordinario

Le domande del concorso straordinario sono state presentate online attraverso la piattaforma Concorsi e Procedure selettive, entro il 10 agosto 2020.

L’accesso alla piattaforma è avvenuto tramite l’identità SPID o con un account valido per il login all’area riservata del MIUR, abilitato a Istanze Online.

4. Concorso scuola 2020: date per lo straordinario

Quando sarà il concorso per insegnanti?

Ancora non c’è una data precisa. Ma sembra ormai certo che il concorso straordinario si terrà a ottobre 2020.

5. Dove si terrà il concorso straordinario

Come scritto all’inizio, per contrastare il Coronavirus ed evitarne la diffusione, si potrebbero ridurre gli spostamenti e quindi la prova d’esame potrebbe svolgersi in una regione diversa da quella del posto per il quale l’insegnante ha presentato domanda.

Il MIUR ha messo a disposizione questa applicazione che indica dove sostenere il concorso straordinario.

6. Bando concorso straordinario: i requisiti

Chi può partecipare al concorso straordinario?

I requisiti per poter accedere al concorso straordinario 2020 sono i seguenti, distinti tra posti normali e ITP (Insegnante Tecnico Pratico) e posti di sostegno.

Requisiti per posti comuni e ITP:

  • titolo di studio richiesto per l’accesso alla classe di concorso;
  • tre annualità di servizio, anche non consecutive, nella scuola secondaria statale tra l’a.s. 2008/2009 e l’a.s. 2019/2020, su posto comune o di sostegno;
  • minimo un’1 annualità di servizio nella specifica classe di concorso o nella tipologia di posto per la quale si concorre;
  • per i posti di ITP è confermata la possibilità di partecipare con il titolo di accesso previsto dalla normativa vigente, il diploma, più i medesimi requisiti richiesti per le altre classi di concorso;
  • tra i requisiti di servizio è riconosciuto quello svolto nei progetti regionali, purché sia stato svolto come insegnante di sostegno oppure in una classe di concorso compresa tra quelle previste.

Requisiti per i posti sostegno:

  • in aggiunta ai requisiti generali previsti per le classi di concorso e ITP, specializzazione per il grado di istruzione per cui si partecipa;
  • sono ammessi con riserva i docenti che attualmente stanno frequentando i corsi di specializzazione avviati prima del 29 dicembre 2019 e conseguiranno il titolo entro il 15 luglio 2020.

Qua trovi l’allegato D con la tabella dei titoli valutabili.

7. Le prove del concorso straordinario

Il bando di aprile prevedeva una prova computer-based con 80 domande a risposta multipla.

Come già scritto, il bando è stato modificato e la prova scritta consisterà in domande a risposta aperta, distinte in base alla classe di concorso e alla tipologia di posto.

La prova scritta per i posti comuni comprende:

  • 5 domande aperte per accertare le conoscenze e competenze disciplinari e didattico-metodologiche in relazione alle discipline oggetto di insegnamento;
  • 1 domanda composta da un testo in lingua inglese seguito da cinque domande di comprensione a risposta aperta, volte a verificare la capacità di comprensione del testo al livello B2.

La prova scritta per i posti di sostegno comprende:

  • 5 quesiti a risposta aperta per accertare le metodologie didattiche da applicare alle diverse tipologie di disabilità, nonché finalizzata a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure volte all’inclusione scolastica degli alunni con disabilità;
  • 1 quesito, composto da un testo in lingua inglese seguito da cinque domande di comprensione a risposta aperta volte a verificare la capacità di comprensione del testo al livello B2.

La prova scritta per le classi di concorso in lingua inglese:

  • 6 quesiti a risposta aperta rivolti alla valutazione delle relative conoscenze e competenze disciplinari e didattico-metodologiche, interamente in inglese;
  • i quesiti delle classi di concorso relative alle restanti lingue straniere, sono svolti nelle rispettive lingue, ferma restando la valutazione della capacità di comprensione del testo in lingua inglese al livello B2.

8. Cosa studiare per il concorso straordinario

In generale, la prova scritta per i posti comuni è finalizzata alla valutazione delle conoscenze e delle competenze disciplinari e didattico-metodologiche, nonché della capacità di comprensione del testo in lingua inglese.

La prova scritta per i posti di sostegno è finalizzata all’accertamento delle metodologie didattiche da applicare alle diverse tipologie di disabilità, nonché a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure  volte all’inclusione scolastica degli alunni con disabilità, oltre che la capacità di comprensione del testo in lingua inglese.

Nell’allegato C trovi il programma da studiare per il concorso straordinario.

Ora sei aggiornato su tutte le novità relative al bando concorso straordinario.

Continua a seguirci per le ultime news, i consigli sullo studio e i materiali migliori per arrivare più che pronto a ottobre.

Immagine in evidenza di Alexas_Fotos da Pixabay
Paola Pala

Paola Pala

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter WAU