Chat with us, powered by LiveChat

Quale sarà il punteggio minimo per entrare a Medicina nel 2016?

Da un’analisi dei test degli ultimi 8 anni si evidenziano alcuni dati utili al concepimento di un pronostico del punteggio minimo di ingresso. Punteggio minimo che pare ritornare indietro nel tempo ai test da 80 domande in cui l’asticella stava al di sopra dei 40 punti, ma il test non era a graduatoria nazionale e il punteggio per risposta corretta era di 1 con penalità di 0,25.

L’analisi dei punteggi minimi dei test passati

Per riuscire a formulare un pronostico, è necessario prendere in considerazione più fattori, come il numero delle domande, il tipo di graduatoria, il rapporto tra candidati e posti disponibili, la difficoltà delle domande. Vediamo insieme i dati riguardanti i test degli anni passati: 

Quale sarà il punteggio minimo per il test 2016? 

Cosa aspettarci dal test di quest’anno? Non è semplice proporre un pronostico visto il caos che per l’ennesima volta si è generato.La prova è evidentemente più semplice, le domande di logica sembrano quelle per il test della primina, mentre quelle di biologia sono a livello dell’allegro chirurgo. 

Il ragionamento deve tenere conto del livello di difficoltà dei quiz, ma anche del numero di quiz per materia.

Prima del test con 60 domande, i quesiti erano 80 di cui però circa la metà di cultura generale, dunque un test in cui la preparazione con lo studio delle materie non garantiva più di un 40/80 di punteggio, poiché era davvero difficile dover rispolverare i libri di storia, geografia, letteratura, educazione civica, storia dell’arte dopo il diploma. Chi aveva una buona preparazione nelle materie umanistiche era più agevolato degli altri.

Dal 2013 in poi c’è stato un cambio di rotta e la chimica e la biologia insieme alla logica hanno assunto un valore completamente diverso raggiungendo insieme a matematica e fisica quasi la totalità dei quiz 56-58/60. Anche il valore delle risposte è cambiato, si è passato da un test a 80 domande con 1 punto per risposta corretta e 0,25 di penalità per quelle errate ad un test da 60 quiz con 1,5 punti per risposta corretta e 0,4 di penalità, dunque un punteggio massimo di 80/80quiz contro 90/60quiz. C’è da considerare anche il numero di concorrenti e i posti disponibili che determina un rapporto che non troppo diverso negli anni. 

Insomma, fatte queste premesse ci aspettiamo che non sia sufficiente un 50% del punteggio per rientrare nella prima ondata di ammessi, ovvero sarà necessario un 65/90 e probabilmente gli scorrimenti non determineranno una grossa oscillazione di questo punteggio poiché pensiamo che gli ex aequo quest’anno saranno davvero tanti nella fascia dei 45-50 punti, volendo essere molto ottimisti ci aggiriamo intorno ai 55-65/90. Però con certezza vogliamo far stare tranquilli coloro che hanno superato i 60 punti, un posto da qualche parte lo avrete se avete messo tutte le scelte.

Come ogni anno questo test si prende burla di tutti, ma principalmente di chi ha studiato fino all’esaurimento nervoso e di coloro che hanno elaborato strategie di studio e materiali didattici ispirati ai test degli ultimi tre anni. Di positivo c’è che finalmente è un test che premia chi ha fatto un buon percorso scolastico in quarta e quinta liceo e seleziona almeno in modo più coerente.

Potrà essere un pronostico non corretto, come tutti i pronostici si affida a dati passati che però da un anno all’altro sono sempre stati diversi, vero è che non si è mai vista un’oscillazione di 25 punti (abbiamo letto in alcuni siti che si entra con 80/90), però tutto può accadere e l’unico consiglio che possiamo darvi è quello di dedicarvi ad altro, magari approfittare di questi giorni di attesa per riposarvi e festeggiare la fine del duro lavoro dell’anno. Inutile creare allarmismi sui social che non portano altro che a notti insonne e piagnistei, tanto tutto ciò che verrà pronosticato oggi, anche se poi si rivelerà corretto, attualmente non è in grado di rasserenare gli animi di nessuno.

Chiediamo solo una cosa a chi ha fatto più di 65/90….dormite notti tranquille e non cominciate a rovinare la vita di chi ha fatto un umile 55/90..c’è sempre speranza! 

 Le date da ricordare

Ecco le date da segnare sul calendario: 
 20 settembre: pubblicazione dei punteggi in forma anonima nell’area riservata del sito http://accessoprogrammato.miur.it
– 29 settembre: pubblicazione della prova dei candidati, della scheda anagrafica e del singolo punteggio
 4 ottobre: pubblicazione della graduatoria nazionale nominativa
 11 ottobre: primo scorrimento previsto

 

Alessandro Lai

 

Alessandro Lai

CEO wauniversity

Studente al V anno di odontoiatria

 

 

WAU

WAU

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter WAU

RESTA AGGIORNATO

Ricevi tutte le indiscrezioni e le ultime novità per prepararti al meglio al test