Chat with us, powered by LiveChat

Come gestire il tempo nello studio: la tecnica del pomodoro

tecnica_del_pomodoro

I benefici della tecnica del pomodoro per sfruttare al meglio le tue ore di studio: quando il tempo sembra non bastare, prendi un pomodoro e non ci pensare.

Alimento alla base della dieta mediterranea, cantato da Rita Pavone nella sua famosa “W la pappa”, è proprio il pomodoro il protagonista di questa famosa tecnica che ti aiuterà a gestire al meglio i tuoi tempi.

Che sia per la preparazione del test o per la gestione del tuo studio universitario, questa tecnica ti aiuterà a non sprecare ore preziose, a ottimizzare il tempo, a gestire meglio un progetto a lungo termine.

L’ideatore della tecnica del pomodoro

Negli anni ’80 non fu uno scienziato, non un economista, non un informatico, ma uno studente universitario a sviluppare quella che, poi, avrebbe preso il nome di tecnica del pomodoro: Francesco Cirillo.

Questo giovane universitario si trovava con la classica svogliatezza degli studenti, era demoralizzato perché non riusciva a organizzare lo studio, viveva con la pressante ansia per l’arrivo degli esami, ma ECCO L’IDEA!

Francesco alzò il suo sguardo e poggiato sul forno vide uno di quei timer da cucina a forma di pomodoro e da lì architettò quella che sarebbe diventata una delle più famose tecniche per gestire il tempo.

AH, GALEOTTO FU IL POMODORO E CHI LO VIDE.

Francesco si imponeva un tempo, impostato con il timer da cucina, entro il quale avrebbe dovuto portare a termine piccoli obiettivi, senza distrarsi: al raggiungimento di un obiettivo poteva prendersi una breve pausa.

Non sono insalate: in cosa consiste la tecnica del pomodoro

Ad oggi la tecnica del pomodoro è una di quelle che ha riscosso più successo per la sua geniale gestione dei tempi di studio o lavoro.

Personalmente, da studente a studente, ti dico che distrarsi è normale, avvertire il picco di attenzione scendere è più che plausibile, sentire l’ansia per una scadenza imminente è umano. Per questo,  in vista di quella che sarà la tua carriera universitaria composta di tempi da te organizzati e gestiti, ti consiglio di cimentarti in questo piccolo esperimento: non costa nulla e ne trarrai grandi benefici.

 

Il processo della tecnica del pomodoro è costituito da cinque fasi:

  1. pianificazione: ad inizio giornata stila una lista di obiettivi che vuoi portare a termine;
  2. rilevazione: durante la giornata raccogli i dati relativi al tempo impiegato per raggiungere i tuoi obiettivi;
  3. registrazione: a fine giornata raccogli il totale dei dati;
  4. elaborazione: trasforma i dati raccolti in informazioni;
  5. visualizzazione: dai dati che hai ottenuto poniti degli obiettivi di miglioramento per la giornata successiva.

tecnica del pomodoro

Oggi cucino io: cosa devo fare per attuare la tecnica del pomodoro

Non serve essere ferrato tra i fornelli, per applicare la tecnica del pomodoro dovrai compiere semplici gesti e avere a disposizione pochi oggetti: mettiti all’opera!

  • Prendi il tuo timer (che sia da cucina o dal tuo smartphone).
  • Poniti una serie di obiettivi.
  • Imposta il timer su 25 minuti = 1 pomodoro.
  • Lavora su un obiettivo per 1 pomodoro.
  • Non distrarti durante il pomodoro.
  • Alla fine del pomodoro prenditi una pausa di 5 minuti.

Un pomodoro, quindi,  dura 25 minuti, tempo nel quale non è detto che porterai a compimento il tuo obiettivo. Molto probabilmente per raggiungere ogni tuo obiettivo ti serviranno più pomodori, ma ciò che conta è che tu lavori sempre per blocchi di 1 pomodoro alla volta, sforzandoti di mantenere la concentrazione in quei 25 minuti e concedendoti una pausa di 5 minuti tra un pomodoro e l’altro.

A fine giornata depenna gli obiettivi portati a termine, segna quanti pomodori hai impiegato, prendi visione di quali non hai portato a termine e stila una nuova lista per il giorno successivo.

Avrai la consapevolezza del tempo oggettivamente usato per studiare, di quello delle pause, gestirai il tempo dello studio in modo maturo, senza essere legato, come al liceo, ad una pagina di diario o alle scadenze di compiti e interrogazioni.

Sii padrone del tuo tempo!

Viva la pappa col po-po-pomodoro: i benefici della tecnica del pomodoro

All’inizio sarà difficile mantenere il livello di concentrazione alto per ben 25 minuti, sarà difficile non distrarti, ma a lungo andare ti sorprenderai di te stesso.

Da questa tecnica ricaverai molti benefici:

  • ridurrai la sensazione di ansia verso il “passare del tempo”;
  • aumenterai la focalizzazione e la concentrazione, riducendo le interruzioni;
  • aumenterai la consapevolezza delle tue decisioni;
  • sarai continuamente motivato a fare meglio e di più;
  • aumenterai la determinazione verso il raggiungimento degli obiettivi;
  • migliorerai la tua autostima;
  • migliorerai il tuo processo di lavoro o studio;
  • rafforzerai la tua volontà di continuare ad applicarti di fronte a situazioni complesse

La tecnica del pomodoro risulterà vincente per i tuoi tempi di studio: adesso fai una scorpacciata di pomodori, d’altronde, la mamma lo ha sempre detto che la verdura fa bene!

Alessia Tripodo

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Hai un metodo? Guida per chi si avvicina al mondo dei test universitari

WAU

WAU

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter WAU

Entra in WAU!

500 quiz inediti e commentati classificati per materia, argomento e livello di difficoltà + 5000 quiz ministeriali. Tutto ciò che ti serve per prepararti al Test di Ammissione.

Cosa aspetti? Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato