Come prepararsi al concorso docenti 2020

come prepararsi al concorso docenti

Seguici sui social

Ancora non conosciamo la data del concorso straordinario. Sappiamo solo che probabilmente sarà a ottobre. Mentre non si sa proprio niente sulla data del concorso ordinario.

Tuttavia, il programma è talmente vasto e il numero di candidati così elevato, che bisogna studiare il più possibile.

Per capire come prepararsi al concorso docenti bisogna far riferimento al bando concorso scuola straordinario, al decreto del concorso ordinario e ai relativi allegati.

Dato che il metodo di studio da seguire dipende dalla tipologia della prova, in questo articolo prima ricapitoleremo la modalità di svolgimento degli esami poi spiegheremo cosa studiare per il concorso ordinario e straordinario.

Concorsi scuola: le prove

Sai tutto su come si svolgeranno le prove?

Ad esempio, all’inizio il concorso straordinario prevedeva una prova computer-based con 80 quesiti. Tuttavia, con le modifiche applicate al bando a luglio, la prova è stata cambiata. Leggi come.

Le prove del concorso ordinario

Ecco le prove previste dal bando del concorso ordinario scuola 2020. Alle prove viene assegnato un punteggio compreso tra 40 e 28 punti.

Prova preselettiva concorso ordinario

La prova preselettiva è prevista se a livello regionale e per ciascuna distinta procedura, il numero dei candidati sia di 250 unità e a quattro volte il numero dei posti messi a concorso.

Per la prova preselettiva sarà pubblicata una banca dati sul sito del MIUR almeno 20 giorni prima della prova.

Ti sei chiesto:

la prova preselettiva sarà un questionario?

Si. La prova preselettiva sarà computer-based e consisterà in 60 quesiti a risposta multipla con 4 opzioni di risposta. Ogni risposta corretta varrà 1 punto, quella non data o errata varrà 0 punti.

I quesiti sono divisi fra:

  • comprensione del testo, 20 domande
  • logica, 20 domande
  • normativa scolastica, 10 domande
  • lingua inglese, 10 domande

Prove posti comuni concorso ordinario

Per i posti comuni sono previste:

  • 2 prove scritte
  • 1 prova orale

La prima prova scritta per i posti comuni è distinta per ciascuna classe di concorso e prevede da 1 a 3 quesiti, a cui rispondere in 120 minuti. La prova riguarda conoscenze e competenze relative alla classe di concorso del candidato.

La seconda prova scritta è di 60 minuti e comprende 2 quesiti a risposta aperta su:

  • conoscenze e competenze antropo-psico-pedagogiche;
  • conoscenze e competenze didattico-metodologiche in relazione alle discipline oggetto di insegnamento per classe di concorso.

La prova orale per i posti comuni del concorso ordinario scuola 2020 durerà 45 minuti. L’orale servirà a verificare le capacità di progettazione di un’attività didattica, compresi esempi di utilizzo pratico di TIC.

La prova sarà in lingua straniera per le classi di concorso A-24 e A-25.

Prove posti sostegno concorso ordinario

Per i posti di sostegno sono previste:

  • 1 prova scritta
  • 1 prova orale

La prova scritta è distinta tra scuola secondaria di I e II grado. La prova scritta, di 120 minuti, per i posti di sostegno comprende 2 domande aperte sulle metodologie didattiche da applicare nei vari casi di disabilità. 

La prova orale per il sostegno è predisposta dalle commissioni. L’orale durerà 45 minuti.

Concorso straordinario: le prove

L’iniziale prova computer-based inserita nel bando di aprile è stata sostituita con una prova scritta con domande a risposta aperta, distinte in base alla classe di concorso e alla tipologia di posto.

Prova scritta posti comuni concorso straordinario

La prova scritta per i posti comuni del concorso straordinario prevede:

  • 5 domande aperte per verificare le conoscenze e competenze disciplinari e didattico-metodologiche in relazione alle discipline oggetto di insegnamento;
  • 1 domanda composta da un testo in lingua inglese seguito da cinque domande di comprensione a risposta aperta per verificare la capacità di comprensione del testo al livello B2.

Prova scritta posti di sostegno

La prova scritta per i posti di sostegno del concorso straordinario comprende:

  • 5 quesiti a risposta aperta per accertare le metodologie didattiche da applicare alle diverse tipologie di disabilità, nonché finalizzata a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure volte all’inclusione scolastica degli alunni con disabilità;
  • 1 quesito, composto da un testo in lingua inglese seguito da cinque domande di comprensione a risposta aperta volte a verificare la capacità di comprensione del testo al livello B2.

Prova scritta posti in lingua inglese

La prova scritta per le lingue straniere prevede:

  • 6 quesiti a risposta aperta per la valutazione delle conoscenze e competenze disciplinari e didattico-metodologiche, interamente in inglese;
  • i quesiti delle classi di concorso relative alle restanti lingue straniere, sono svolti nelle rispettive lingue, ferma restando la valutazione della capacità di comprensione del testo in lingua inglese al livello B2.

Cosa studiare per i concorsi scuola

Dopo aver visto in cosa consistono le prove previste dai concorsi ordinario e straordinario, ecco cosa devi studiare.

Cosa studiare per il concorso ordinario

Il programma del concorso ordinario scuola 2020 prevede più parti:

  • una generale, in cui sono incluse anche le principali norme scolastiche;
  • le parti distinte tra secondaria di I e II grado, singole classi di concorso e sostegno.

Per conoscenza della legislazione e della normativa scolastica, si intendono vari argomenti, ben specificati nel bando, tra cui: stato giuridico del docente, contratto di lavoro, disciplina del periodo di formazione e di prova; diritto-dovere all’istruzione e alla formazione; normativa generale per l’inclusione degli alunni con bisogni educativi speciali, etc.

Scarica il programma completo del concorso ordinario scuola 2020.

Cosa studiare per il concorso straordinario

Il programma da studiare è elencato nell’allegato C del bando concorso straordinario 2020.

In generale, l’esame per i posti comuni è finalizzato a valutare il livello di conoscenze e competenze disciplinari e didattico-metodologiche, nonché la capacità di comprensione del testo in lingua inglese.

Invece, la prova scritta per i posti di sostegno servirà a verificare le competenze in materia di metodologie didattiche da applicare alle diverse tipologie di disabilità e a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure finalizzate all’inclusione scolastica degli alunni con disabilità, e in più la capacità di comprensione del testo in lingua inglese.

Hai bisogno di altre informazioni sui concorsi scuola?

Leggi questi due articoli e continua a seguirci per tutte le novità sulle date e le sedi.

Tutto sul bando concorso ordinario scuola 2020

Bando concorso straordinario: le novità

Paola Pala

Paola Pala

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter WAU