Come prepararsi alle prove preselettive dei concorsi

come prepararsi alle prove preselettive

Seguici sui social

Ogni anno centinaia di candidati si preparano per grandi concorsi, come quello della scuola. Il primo ostacolo è la prova preselettiva, per esempio quella del concorso ordinario docenti.

Ancora non sappiamo chi dovrà sostenere la prova preselettiva per il concorso ordinario scuola secondaria di I e II grado, ma dato l’alto numero di candidati per regione e classe di concorso, è molto probabile che interesserà buona parte degli iscritti.

Lo stesso accade in altri concorsi pubblici molto ambiti. Di solito, i bandi fissano la soglia minima di domande di partecipazione che devono pervenire per avviare lo svolgimento della prova preselettiva.

Come prepararsi alle prove preselettive

Prove preselettive: 10 consigli per superarle

Le prove preselettive non sono insormontabili anche se candidati sono migliaia. Ecco 10 consigli per prepararsi alle prove preselettive nel modo migliore.

1. Leggi attentamente il bando del concorso

La prima cosa da fare è la lettura integrale e attenta del bando del concorso selezionato. All’interno troverai tutti i riferimenti su requisiti, modalità e tempistiche di invio della domanda e sulle materie da studiare.

Sempre all’interno del bando ci sono le modalità di svolgimento della prova preselettiva, che di solito consiste in domande a risposta multipla su materie come la logica matematica, l’inglese, la comprensione del testo e, nel caso del concorso docenti, anche la normativa scolastica.

2. Raccogli più informazioni che puoi

Trova tutte le informazioni sugli argomenti richiesti, le tracce degli anni scorsi, gli articoli sul tema, i forum e i gruppi sui social media riguardo le materie che dovrai studiare.

Nel caso del concorso vai sul sito del MIUR o dell’Ente di riferimento per capire come si sono svolti i concorsi simili negli anni precedenti. Ogni materiale può essere utile per mantenere alta la motivazione e la concentrazione durante le settimane che ti separano della prova preselettiva.

3. Trova il materiale di studio per la preselettiva

Procurati i manuali e i codici che ti serviranno per superare le prove. Dai manuali delle scuole superiori e dei corsi universitari, ai webinar sulle materie che ti saranno richieste, il materiale non è mai troppo.

Tuttavia, dovrai organizzarlo e decidere come gestire il tuo tempo e la tua attenzione. Non lasciare che la grande quantità di informazione e di materiali didattici ti travolga, mantieni la concentrazione!

4. Fai un piano di studio

La buona organizzazione è la chiave di riuscita per tutti i concorsi, ad esempio il concorso scuola primaria e secondaria. Comincia a studiare subito, dedicando anche solo un’ora al giorno alle materie. Nei concorsi grandi, quando è prevista la pubblicazione di una banca dati 20 o 30 giorni prima della prova preselettiva, è impossibile recuperare tutto il materiale di studio in qualche settimana se parti da zero.

Inoltre, conoscendo bene le materie, anche studiare per la prova preselettiva sarà più semplice. Dedica più tempo alle materie che conosci meno o nelle quali prendi punteggi inferiori nelle esercitazioni.

5. Esercitati per capire la logica delle domande

Anche se nel concorso è prevista una banca dati, è realisticamente impossibile memorizzare migliaia di domande in così poco tempo. Per questo dovrai esercitarti a capire la logica dei quesiti per poter trovare velocemente la risposta.

Per alcune domande, come i quiz di logica matematica, dovrai imparare il metodo, a volte anche partendo a ritroso, dalla risposta più plausibile. Inoltre, per passare le prove preselettive, dovrai imparare a prendere decisioni in fretta, una qualità che ti risulterà utile anche nella vita professionale.

6. Impara a memorizzare i quesiti

Per alcune domande dovrai esercitare le tue capacità mnemoniche. Puoi usare il metodo delle associazioni. Prenditi più tempo per ripassare i quesiti della banca dati almeno un paio di volte.

Sfrutta il modo migliore di memorizzare a cui sei abituato. Ad esempio, alcune persone hanno ben sviluppata la memoria visiva, per altre sarà utile ascoltare i quesiti per fissare le informazioni.

Ti suggeriamo di provare a concentrarti sulla risposta esatta, per aumentare le probabilità di riconoscerla tra le altre quando sarà il momento.

Per quanto riguarda la prova di inglese o di un’altra lingua straniera, studia sui manuali scolastici o universitari, fai test ed esercizi di grammatica, guarda i film o le serie tv in lingua originale con i sottotitoli. Puoi scegliere di fare qualche lezione di conversazione, per abituare il tuo apparato fonetico. Questo ti servirà più avanti, alla prova orale, ma ti aiuterà ad aumentare la confidenza e a ricordare delle parole meno usate che potrebbero esserti utili.

Inoltre, puoi seguire i nostri webinar gratuiti sulle tecniche di memorizzazione pensati proprio per i candidati dei concorsi.

7. Ricordati documento d’identità e orologio meccanico

Per il giorno della prova, rileggi il bando per assicurarti di portare quanto richiesto, documenti, fotocopie, penne di un certo colore, ecc. Anche nei casi in cui questo non sarà un problema, un imprevisto potrebbe toglierti la concentrazione necessaria per dare il massimo.

Il tempo a disposizione per le prove preselettive non è sempre lo stesso, ma mediamente hai 1 minuto a domanda.

Se hai studiato, per la maggioranza dei quesiti potrebbe volerci di meno, ma non ti fidare del tuo orologio interiore. Porta un orologio meccanico (durante le prove non si possono usare quelli elettronici) per controllare i tempi e assicurarti di non dedicare troppi minuti alle domande iniziali.

8. Rileggi attentamente le domande

Se prima della prova hai scambiato qualche parola con gli altri candidati, potresti aver incontrato persone sfiduciate, che pensano di sapere tutto sulla difficoltà dei concorsi pubblici e raccontano storie di persone che li provano da anni senza successo.

Non farti prendere dall’ansia, impara le tecniche di respirazione per mantenere la calma e la concentrazione. Spesso, gli errori dei candidati sono dovuti alla distrazione, soprattutto nel copiare le soluzioni dei quesiti della prova preselettiva dalla scheda delle risposte a quella tecnica.

Molte domande sono mirate proprio a questo tipo di disattenzione, ecco perché ti conviene rileggere ogni domanda e assicurarti di averla compresa appieno prima di segnare la risposta sulla scheda tecnica. Lo studio costante e questa tattica ti permetteranno di avere un punteggio più alto di tanti altri candidati.

9. Controlla tutto prima di consegnare

Lasciati qualche minuto alla fine della prova per controllare le tue risposte. Attenzione a non marcare in alcun modo la scheda tecnica, quella che verrà messa in busta in forma anonima, altrimenti la tua prova potrebbe essere invalidata.

Se hai tempo, rileggi di nuovo i quesiti e assicurati di aver seguito tutte le regole, dal colore della penna, fino alla tipologia di spunta della risposta che intendi dare. Si tratta di dettagli poco rilevanti, che però possono incidere sul risultato della prova.

10. Scegli la strategia migliore per il punteggio

In alcuni concorsi le risposte errate hanno un punteggio negativo, in altre no. Se lasci troppe domande in bianco, la probabilità di passare la preselettiva diminuisce, soprattutto se il numero dei candidati è alto. Tuttavia, non conviene segnare a caso le risposte, soprattutto quando le domande errate andranno a penalizzare il punteggio.

Se ti accorgi di aver sbagliato una risposta sulla scheda tecnica, marca anche la casella accanto, così la domanda verrà segnalata come non valida, non come errata, e questo ti permetterà di alzare il punteggio complessivo della prova preselettiva.

Adesso sai cosa serve per passare la prova preselettiva del concorso docenti o di un altro concorso pubblico.

Segui i nostri webinar gratuiti su logica, inglese, tecniche di memoria, fondamentali per preparati al meglio alle prove preselettive di tutti i concorsi.

Infatti, i webinar WAU! sono pensati per supportare gli iscritti ai concorsi perché li aiutano ad acquisire il metodo per rispondere correttamente ai quiz di inglese, logica, con test di valutazione e correzioni, e ad apprendere le tecniche utili per memorizzare le banche dati di quiz pubblicate prima delle prove.

Immagine in evidenza di Andrea Piacquadio su Pexels

Nadia Plamadeala

Nadia Plamadeala

La comunicazione non è solo il mio lavoro. È il mio mondo. Sono mediatrice interculturale, social media manager, copywriter e brand reputation manager nel settore hospitality. Inoltre, collaboro come giornalista per testate che parlano di intercultura. Le 6 lingue che parlo fluentemente mi danno una grossa mano a spaziare tra temi, settori e interessi degli utenti globali del web.

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter WAU