Chat with us, powered by LiveChat

I quesiti più difficili del test di ammissione a Medicina degli ultimi anni

dreamstime_m_50976762

Porre l’attenzione sui quiz più complicati proposti durante le prove di ammissione passate mette in guardia sulla difficoltà del test, ma non solo.

Il test di ingresso a Medicina, come avrai notato se ti stai preparando, è avvolto da una sorta di aura maligna; sembra esistere una barriera insormontabile che vi separa e, mano a mano la fatidica data si avvicina, si fa più alta.

Ti sei mai chiesto a cosa sia dovuto tutto ciò? Probabilmente non ne hai addirittura il tempo, tra tutto quello che stai studiando, ma ti assicuro che è una domanda utile da farsi. È davvero così insuperabile?  Comprendere quali siano le effettive difficoltà del test ti fa valutare la prova più oggettivamente. Questo, avere la giusta preparazione mentale, sapere a cosa stai andando incontro, è ancora più importante di attaccare le etichette giuste sui moduli il giorno della prova!
Come vedrai, non dovrai affatto affrontare i prossimi Hunger Games.

Una buona notizia è che io non avevo troppo da fare e quindi, al tuo posto, mi sono riproposto di analizzare i quiz che gli studenti hanno trovato più difficili nei test degli anni passati. Ho cercato di capire cosa fosse a rendere effettivamente più complicate queste domande e come fare a scavalcare l’ostacolo che esse potrebbero rappresentare per te e per tanti studenti. Guardiamole insieme.  

I quiz più difficili delle scorse prove di ammissione

1) Si assuma che i valori delle prime sei energie di ionizzazione (espresse in kJ mol−1) di     un elemento siano: 738, 1450, 7730, 10500, 13600 e 18000. Quale/i delle seguenti affermazioni è/sono corretta/e?
1. L’elemento appartiene al Gruppo 2 della Tavola Periodica;
2. Il valore 7730 kJ mol−1 corrisponde al processo: X3+(g) – e → X4+(g)
3. L’elemento appartiene al Periodo 2 della Tavola Periodica;

A) Solo 1

B) Solo 2

C) Solo 3

D) Solo 1 e 2

E) Solo 1 e 3


2) Teresa vuole installare alcune mensole in una nicchia di 80 cm di larghezza dove riporvi 100 libri con spessore di 25 mm l’uno e 62 libri con spessore di 35 mm l’uno. Ha in progetto di acquistare 560 cm di legname per realizzare le mensole e non ha intenzione di riporre i due tipi di libri su una stessa mensola. Qual è il numero massimo di libri in più che Teresa può acquistare prima di dover installare altre mensole? 

A) 32
B) 15
C) 24
D) 12
E) 35


3) La tabella mostra la concentrazione massima di glucosio, ossigeno e urea espressa nelle stesse unità arbitrarie (u.a.) prese in diversi vasi sanguigni in un mammifero sano. 

Vaso Sanguigno

Glucosio (u.a.)

Ossigeno (u.a.)

Urea
(u.a.)

X

0,9

36

0,6

Y

1,3

40

1,4

Z

0,8

91

1,4

A) X: vena renale; Y: vena porta; Z: vena polmonare;
B) X: vena porta; Y: vena renale; Z: vena polmonare;
C) X: vena porta; Y: vena polmonare; Z: vena renale;
D) X: vena polmonare; Y: vena porta; Z: vena renale;
E) X: vena renale; Y: vena polmonare; Z: vena porta;


4) La probabilità con cui un paziente deve attendere meno di dieci minuti il proprio turno in un ambulatorio medico è 0,8. Qual è la probabilità che una paziente che si reca due volte presso l’ambulatorio medico attenda, almeno una delle due volte, meno di dieci minuti prima di essere ricevuta dal medico?

A) 0,96
B) 0,25
C) 0,64
D) 0,04
E) 0,8


5) Un atomo ha configurazione elettronica 2, 8, 18, 7. Quale delle opzioni sottostanti riporta la posizione corretta di questo elemento nella Tavola Periodica (Periodo e Gruppo) e la carica dello ione nel suo composto ionico binario (Carica)?

A) Periodo: 4; Gruppo: 17; Carica: 1-
B) Periodo: 4; Gruppo: 15; Carica: 1-
C) Periodo: 4; Gruppo: 15; Carica: 2-
D) Periodo: 3; Gruppo: 17; Carica: 1-
E) Periodo: 4; Gruppo: 17; Carica: 1+


6) Al supermercato le confezioni di caffè da 500g sono sempre in offerta speciale, tuttavia le offerte variano di settimana in settimana:

Settimana 1: una confezione da 250g in omaggio con l’acquisto di 2 confezioni;
Settimana 2: 25% di sconto sul prezzo intero;
Settimana 3: una confezione in omaggio con l’acquisto di 3 confezioni;
Settimana 4: 10% di sconto sul prezzo indicato e ulteriori 100g in omaggio;
Settimana 5: con l’acquisto di una confezione, la seconda è a metà prezzo.

Sebbene le quantità cambino, il costo del caffè per 100g in ciascuna delle offerte sopra elencate rimane invariato tutte le settimane, eccetto una: quale?

A) Settimana 1
B) Settimana 2
C) Settimana 3
D) Settimana 4
E) Settimana 5


quesiti più difficili medicina

Cosa rende queste domande così antipatiche?

Di certo il “problema” principale sta nel fatto che la risposta a queste domande non è sui libri. Certo, le conoscenze necessarie per rispondere sono proprio lì, ma la maggior parte delle volte queste non bastano. Ti spiego cosa voglio dire.

Quando sarai seduto davanti al tuo banco, con miliardi di fogli in giro, con una penna che speri funzionerà fino alla fine e non poca ansia da gestire, ti aspetti che, almeno, ti venga chiesto ciò che hai studiato. È questo il vero problema del test di Medicina: non basta studiare. Ti assicuro che non saranno le domande “teoriche” a metterti in difficoltà, non saranno queste a farti perdere tempo prezioso ma a metterti alla prova sarà la necessità di ragionare fuori dagli schemi. Il buon metodo per sviluppare questa capacità è di certo affrontare fin da subito le simulazioni del test.

Di solito siamo abituati a seguire un semplice criterio logico per la risoluzione dei quesiti, un percorso mentale che consiste nel leggere la domanda, le alternative di risposta e individuare quella corretta secondo quanto richiesto. Certo, la strategia di “pensare linearmente” è corretta, ma presuppone che la domanda sia posta con l’intenzione di farti arrivare alla soluzione.
Io credo che il simpatico MIUR non sia sempre disposto a lasciarti indovinare, anche se hai sudato tutta l’estate sui libri e magari persino litigato con la tua ragazza.
Il ministero, come per un programma informatico, cripta la domanda. Sta alla tua abilità logica estrapolarne il senso. Per essere sicuro di aver compreso il senso del quesito devi saperlo porre in un altra maniera, con parole diverse.
Scommetto che riusciresti a trovare la risposta molto più velocemente. Proviamoci! 

Applica il metodo: risolviamo insieme un paio di quesiti

Riformuliamo la domanda numero 4:

4) Un paziente si reca due volte in ospedale; di certo una delle due volte aspetta meno di dieci minuti prima di entrare dal medico (0.8 = 80 percento di probabilità) ; la seconda volta può o meno aspettare (1 = 100 percento di probabilità); Sono due eventi indipendenti che non si influenzano a vicenda. (devo sommare la probabilità dei singoli eventi e dividere per il numero di eventi): (0,8+1) / 2 = 0,9
Come vedi la risoluzione di questo esercizio si dimostra essere molto semplice. Eppure un enorme numero di candidati non è arrivato alla soluzione il giorno del test. Non devi essere tra quelli, la prossima volta.


Risolviamo il primo quesito; questo è un tipico esempio di una situazione in cui è necessario, ma non basta, aver studiato: bisogna ragionare in modo intelligente.

1) Tra le sei energie di ionizzazione di un atomo di un elemento della tavola periodica, il salto maggiore di energia è evidenziata tra la seconda e la terza misurazione: 1450—> 7730. Cosa puoi dedurre da questo evento caratteristico?

a) L’elemento è del secondo gruppo della tavola periodica;
Certo che si, infatti il fatto che sia necessario fornire più energia per sottrarre il terzo elettrone indica che questo appartenga ad un livello energetico differente dai primi due (gli elettroni più esterni, quelli di valenza).

b) Il valore 7730 kJ mol−1 corrisponde al processo: X3+(g) – e → X4+(g);
Come potrebbe? Questa dicitura indica che la terza energia sia quella liberata nella formazione dello ione 4+, ma in realtà è quella necessaria per strappare il terzo elettrone, dunque per passare da ione 2+ a 3+.

c) L’elemento appartiene al secondo periodo della tavola periodica;
Come potremmo mai dirlo? Non conosciamo, infatti, il numero di elettroni dell’atomo in quanto, sebbene ci vengano fornite le prime sei energie di ionizzazione è possibile che vi siano più di sei elettroni!


Ora è bene che ti lasci al tuo studio e che io torni al mio, ma non esitare a chiedermi informazioni per qualsiasi dubbio e chiarimento. 

Se quanto ho detto ti è stato utile condividilo e facci sapere che ti è piaciuto.
Visita la nostra pagina Facebook, ma solo quando avrai finito di studiare. Ti lascio un ultimo consiglio: scarica la guida gratuita che WAU ha creato per te! Ti aiuta nel tuo percorso di preparazione e ti fa conoscere il nostro efficace metodo di preparazione al test.

Enrico Armiento

Enrico ArmientoHo 19 anni e da altrettanti il mondo mi incuriosisce. Suono la chitarra e, quando ho tempo, studio Medicina. 
Dicono che io sia bello, intelligente, simpatico… chi sono io per dissentire? Dopotutto sono WAU.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Test medicina 2016: mira ai quiz di logica più probabili

Le 5 fasi della preparazione al test di medicina

Mancano 6 mesi al test: scopri se ti stai preparando nel modo giusto

 

WAU

WAU

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter WAU

RESTA AGGIORNATO

Ricevi tutte le indiscrezioni e le ultime novità per prepararti al meglio al test