ibridazione del carbonio

Seguici sui social

Stai studiando chimica per il test di medicina, odontoiatria, veterinaria o professioni sanitarie?

Oggi ti suggeriamo un approfondimento di chimica organica: l’ibridazione del carbonio.

Se devi ripassare o se ancora non sai cos’è l’ibridazione del carbonio, leggi questo articolo in cui i nostri tutor spiegano in breve e con parole semplici i vari tipi di ibridazione del carbonio.

Vuoi migliorare le tue competenze di chimica, ma anche biologia, fisica, matematica, logica e aumentare le probabilità di passare il test?

Il 70,9% dei nostri corsisti supera l’esame!

Approfitta della promozione valida fino al 10 agosto e iscriviti al corso estivo intensivo online. La tua ultima occasione per migliorare la preparazione prima dei test!

Cos’è il carbonio

Il carbonio è un non metallo, con peso atomico 6 e massa atomica 12, posizionato nel gruppo IV A della tavola periodica. È tra gli elementi più importanti perché è alla base della chimica organica, ma si trova anche in stato inorganico, come nell’anidride carbonica.

La configurazione elettronica del carbonio è 1s22s22p2. Nel livello di valenza, gli elettroni sono distribuiti come nell’immagine qui sotto:

configurazione elettronica del carbonio
Configurazione elettronica del carbonio allo stato fondamentale

Ibridazione del carbonio

La configurazione elettronica del carbonio non giustifica il fatto che il carbonio, in tutti i composti organici, abbia intorno a sé quattro legami covalenti. La stessa cosa si può affermare per il metano CH4.

Infatti, un elemento chimico forma 4 legami covalenti se possiede 4 elettroni spaiati. Invece, il carbonio presenta solo due elettroni spaiati. Per cui, in teoria, dovrebbe formare solo 2 legami covalenti, non 4!

Tuttavia, se il carbonio acquista una certa quantità di energia, può assumere la configurazione 1s22s12p3: un elettrone viene promosso dal sottolivello 2s al sottolivello 2p.

Tale configurazione elettronica è definita stato eccitato.

Che cos’è l’ibridazione del carbonio

L’ibridazione del carbonio è un modello, un mescolamento matematico delle funzioni d’onda dell’orbitale. Non è un fenomeno reale.

I nuovi orbitali, gli orbitali ibridi del carbonio, si creano quando si instaura un legame chimico tra orbitali di uguale livello energetico.

L’ibridazione del carbonio è questa operazione matematica.

Tipi di ibridazione

Ci sono diversi tipi di ibridazione in base al numero degli orbitali.

A seconda del numero di coppie di elettroni coinvolte, una, due o tre, i legami carbonio-carbonio possono essere:

  • semplici o singoli
  • doppi
  • tripli

Ibridazione sp3

I legami singoli carbonio-carbonio sono legami di tipo σ, sigma, ovvero legami simmetrici rispetto all’asse che unisce i due nuclei, l’asse internucleare.

I nuovi 4 orbitali ibridi sono chiamati sp3, dove l’esponente 3 indica il numero di orbitali p che partecipano alla formazione dell’ibrido. Per 1/4 presentano le caratteristiche dell’orbitale s di partenza. Invece, per i restanti 3/4 hanno le caratteristiche degli orbitali 2p.

Ibridazione sp2

Nel caso di un doppio legame carbonio-carbonio solo una delle due coppie elettroniche che lo costituiscono forma un legame.

L’altra coppia elettronica occupa le regioni sopra e sotto il piano della molecola formando un legame π, pi greco, cioè un legame non simmetrico rispetto all’asse internucleare.

Pertanto, un doppio legame è costituito da un legame σ e da un legame π.

Ibridazione sp

Un triplo legame carbonio-carbonio è formato invece da un legame σ e da due legami π.

La lunghezza di un legame carbonio-carbonio dipende dal numero di legami presenti: all’aumentare del numero di legami π diminuisce la distanza di legame carbonio-carbonio.

Quindi, i legami tripli sono quelli più corti.

Guarda anche questa videolezione sull’ibridazione del carbonio, per capire meglio l’argomento.

 

Quiz sull’ibridazione del carbonio

Ecco due quiz di chimica sull’ibridazione del carbonio commentati con cui testare subito le tue conoscenze su questo argomento per il test di ammissione a medicina.

1) In quale molecola è presente l’ibridazione sp?

  1. CHCl3
  2. H2-C=O
  3. CH3-CH(CH3)2
  4. H5C(O)OCH3
  5.  CH3C≡N

2) Lo ione ammonio (NH4+) e il metano (CH4) hanno in comune:

  1. Il carattere nettamente acido
  2. La struttura planare
  3. L’ibridizzazione sp2
  4. L’ibridizzazione sp3
  5. La massa molecolare

Le risposte corrette sono:

  1. E. Le molecole caratterizzate dal triplo legame presentano ibridazione sp. Doppio legame = sp2. Legame singolo= sp3
  2. D. Entrambe presentano una struttura tetraedrica con ibridazione sp3.

Ora ti senti più preparato in chimica? Continua a studiare ed esercitarti.

Per avere la certezza di essere pronto su tutti gli argomenti del test di medicina, approfitta della PROMO e iscriviti al corso intensivo online in programma dal 21 al 30 agosto.

Il corso comprende:

  • 74 ore di simulazioni inedite con correzioni live e quiz duello
  • 24 ore di esercitazioni sugli argomenti più probabili
  • masterclass logica
  • simulatore online
  • libro simulazioni

Se invece vuoi approfondire altri argomenti di chimica, cerca #pillolewau nella barra di ricerca del sito.

Oppure leggi anche:

Il coefficiente di van’t Hoff

Nomenclatura chimica: cosa devi sapere per il test di medicina

Immagine in evidenza di Polina Tankilevitch da Pexels
Foto nel testo tratta dal manuale di chimica WAU!

Paola Pala

Paola Pala

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter WAU