Infermieristica pediatrica: come diventare infermiere dei bambini

infermieristica pediatrica

Seguici sui social

Tra le professioni sanitarie quella dell’infermiere pediatrico è meno conosciuta, ma se ti piace lavorare con i bambini e vuoi una carriera professionale in ambito medico-sanitario, questa scelta può darti tante soddisfazioni.

Cosa serve per studiare infermieristica pediatrica, come è strutturato il test di ammissione, quali sono gli esami previsti e le mansioni che svolge una infermiera o un infermiere pediatrico? Trovi tutte le info nell’articolo.

Infermiere pediatrico: come diventarlo

La figura dell’infermiere pediatrico è stata istituita per legge con il D.M. 70/1997. Ecco cosa serve per diventare infermiere pediatrico:

  • diploma di scuola secondaria, non necessariamente quello di un liceo;
  • superare il test di ammissione a infermieristica pediatrica, un corso di laurea di durata triennale con il codice SNT/1 che fa parte di professioni sanitarie, infermieristiche e ostetricia;
  • l’esame finale ha il valore di Esame di Stato abilitante alla professione;
  • in seguito, potrai iscriverti all’albo degli infermieri pediatrici in uno degli ordini provinciali.

Infermieristica pediatrica: cosa fa

Entriamo subito nel vivo di questa professione: cosa fa l’infermiere pediatrico?

L’infermiere pediatrico si occupa di aspetti preventivi, curativi, palliativi e riabilitativi dell’età evolutiva.

Questa figura sanitaria gestisce la prevenzione delle malattie, assiste i malati e i disabili in età evolutiva e si occupa di educazione sanitaria mentre svolge interventi di natura tecnica, ma anche educativa o relazionale.

Ecco le principali mansioni dell’infermiere pediatrico:

  • identifica i bisogni di salute fisica e psichica del soggetto in età evolutiva e gestisce i bisogni di assistenza infermieristica pediatrica;
  • pianifica, conduce e valuta l’intervento assistenziale infermieristico pediatrico;
  • partecipa a interventi di educazione sanitaria e supporto socio-sanitario nell’ambito della famiglia e della comunità in contesti diversi;
  • garantisce la corretta applicazione delle prescrizioni diagnostico-terapeutiche;
  • agisce individualmente o in collaborazione con gli operatori sanitari e sociali.

Infermieristica pediatrica test ammissione

L’esame di ammissione a infermieristica pediatrica rientra nel test di professioni sanitarie. Dovrai rispondere a 60 quiz con 5 opzioni di risposta in 100 minuti. Il test e la rispettiva graduatoria sono diversi per ciascun ateneo.

Il test per le professioni sanitarie 2021 nelle università pubbliche si svolgerà il 7 settembre.

Le domande del test di ammissione in professioni sanitarie sono così divise:

  • 8 quesiti di matematica e fisica
  • 12 quesiti di cultura generale
  • 18 quesiti di biologia
  • 12 quesiti di chimica
  • 10 quesiti di logica

Laurea infermiere pediatrico

Come funziona il corso di laurea in infermieristica pediatrica? Le materie di studio hanno come obiettivo rendere gli studenti autonomi nelle mansioni di infermiere dell’età evolutiva. Il corso di laurea è triennale e sono previsti tirocini formativi già dal primo anno.

Vediamo cosa si studia in questo corso di laurea e come si fa a diventare infermiere pediatrico prendendo come esempio infermieristica a Unimi.

Le materie di studio caratterizzanti sono:

  • responsabilità professionale e organizzazione dell’assistenza infermieristica
  • area critica ed emergenza neonatale e pediatrica
  • fondamenti di assistenza materno-infantile
  • scienze umane e psicopedagogiche
  • scienze infermieristiche generali
  • patologia generale e diagnostica
  • scienze chirurgiche pediatriche
  • infermieristica clinica e ricerca
  • farmacologia e anestesiologia
  • prevenzione e servizi sanitari
  • anatomia e fisiologia umana
  • scienze pediatriche
  • scienze di base
  • neonatologia

Infermieristica pediatrica sedi

Dove studiare per diventare infermiere pediatrico? Le sedi e i posti sono indicati nel bando che viene pubblicato ogni anno dal MIUR. Il bando 2021 non è ancora uscito. Per l’anno accademico 2020/2021 i posti in infermieristica pediatrica nelle università pubbliche sono stati 211:

  • Campania “L.Vanvitelli” – 37 posti
  • Genova – 15 posti
  • Messina – 30 posti
  • Milano – 25 posti
  • Napoli Federico II – 36 posti
  • Roma “La Sapienza” – 23 posti
  • Roma “Tor Vergata” – 19 posti
  • Torino – 26 posti

Infermieristica pediatrica sbocchi lavorativi

L’infermiere pediatrico può lavorare come dipendente in ospedali e ambulatori pubblici, a cui accede tramite concorso, o in strutture private.

Inoltre, può lavorare come libero professionista dopo essersi iscritto all’albo professionale della sua provincia.

Gli infermieri possono ricoprire anche ruoli dirigenziali, come dirigenti dell’assistenza infermieristica o infermieri insegnanti dirigenti. Per accedere a questi ruoli è richiesta la laurea magistrale.

Infermiere pediatrico stipendio

Lo stipendio dell’infermiere pediatrico dipende da molti fattori, come il settore dove lavora, l’anzianità di servizio, il tipo di orari e gli straordinari che svolge.

Un infermiere che lavora in ospedale può percepire da 1.300 a 1.500 euro, ma può arrivare a guadagnare anche 2.000 euro o più al mese.

Ora sai tutto sull’infermieristica pediatrica. Se il tuo obiettivo è diventare infermiere pediatrico, devi solo superare il test di ammissione alle professioni sanitarie.

Iscriviti ai corsi di preparazione ai test di ammissione 2021. I corsi WAU! comprendono videolezioni, quiz, simulazioni, manuali e in più il supporto prezioso dei nostri esperti docenti e dei tutor, sempre pronti a rispondere ai tuoi dubbi e darti la motivazione giusta per prepararti con successo al test.

Immagine in evidenza di Hush Naidoo su Unsplash

Nadia Plamadeala

Nadia Plamadeala

La comunicazione non è solo il mio lavoro. È il mio mondo. Sono mediatrice interculturale, social media manager, copywriter e brand reputation manager nel settore hospitality. Inoltre, collaboro come giornalista per testate che parlano di intercultura. Le 6 lingue che parlo fluentemente mi danno una grossa mano a spaziare tra temi, settori e interessi degli utenti globali del web.

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter WAU