Chat with us, powered by LiveChat

Tutto ciò che devi sapere sulla graduatoria nazionale

Ad un giorno dalla fatidica uscita della graduatoria nazionale di Medicina, Odontoiatria e Veterinaria, tutti si chiedono: “sarò entrato?”.  
Spesso c’è un po’ di confusione sulla modalità di funzionamento della graduatoria. Vediamo insieme come funziona!

Qual è il punteggio minimo?

Per accedere alla graduatoria e, quindi, per avere l’occasione di concorrere per i posti disponibili di medicina, dovrai totalizzare un minimo di 20 punti.

il punteggio massimo, invece, è di 90 punti. Infatti le risposte saranno valutate come segue:

  • 1,5 punti per ogni risposta corretta
  • – 0,4 punti per ogni risposta sbagliata
  • 0 punti per ogni risposta non data

Sulla base dei punteggi ottenuti saranno stilate le graduatorie:

  • dal CINECA per quanto riguarda i cittadini comunitari e stranieri residenti in Italia
  • dalle singole Università per i cittadini stranieri residenti all’estero

Cosa succede in caso di parità?

Il Miur chiarisce che in caso di parità di punteggio si useranno i seguenti criteri.

  • Per i corsi di laurea magistrale in Medicina e Chirurgia e in Odontoiatria e Protesi Dentaria e per i corsi di laurea delle professioni sanitarie, prevale in ordine decrescente il punteggio ottenuto dal candidato nella soluzione, rispettivamente, dei quesiti relativi agli argomenti di ragionamento logico, cultura generale, biologia, chimica, fisica e matematica.
    Quindi se Mario e Carla partecipano al test di professioni sanitarie e hanno ottenuto lo stesso punteggio complessivo, ma Carla è stata più brava nelle domande di ragionamento logico rispetto a Mario, sarà lei ad essere più in alta in graduatoria.
  • Per il corso di laurea magistrale in Medicina Veterinaria prevale in ordine decrescente il punteggio ottenuto dal candidato nella soluzione, rispettivamente, dei quesiti relativi agli argomenti di chimica, ragionamento logico, cultura generale, biologia, fisica e matematica.
    Se Mario e Carla partecipano al test di Veterinaria e hanno conseguito lo stesso punteggio complessivo, nonostante Carla sia stata più brava in ragionamento logico, e se Mario ha risposto in modo corretto a più domande di chimica, sarù lui più in alto in graduatoria. 

In caso di ulteriore parità, quindi se due persone hanno non solo fatto lo stesso punteggio complessivo, ma anche lo stesso punteggio di ogni materia, prevale il candidato anagraficamente più giovane.

Come funziona la graduatoria?

Dall’allegato 2 al bando, che puoi leggere cliccando qui, puoi avere tutte le informazioni sulle procedure per l’iscrizione, l’accesso ai risultati e lo scorrimento delle graduatorie.

Per le procedure per l’iscrizione, ti consiglio di leggere questo articolo: troverai un tutorial per capire esattamente come iscriversi.

A che cosa servono le preferenze?

L’università che sceglierai come prima preferenza sarà quella in cui dovrai sostenere la prova e quella a cui in caso di punteggio sufficiente sarai ASSEGNATO. Inoltre dovrai completare il processo di iscrizione al test proprio sul sito di questo Ateneo. Dopo l’uscita delle graduatorie, sempre sul sito di questo Ateneo dovrai immatricolarti.

L’ordine delle altre preferenze è utile per gli scorrimenti in graduatoria.
Se, per esempio, il tuo punteggio ti garantirà di entrare nella terza delle tue preferenze, non potrai mai accedere alla quarta, alla quinta, alla sesta, perché a queste hai preferito formalmente la terza. Se però qualcuno dei candidati che sono più in alto in graduatoria di te rinuncia, potrai accedere anche alla seconda preferenza, o alla prima. 

Cosa significano ASSEGNATO e PRENOTATO?

Quando avrai accesso alla graduatoria, vedrai che al tuo nome sarà collegato un aggettivo, ASSEGNATO o PRENOTATO. Ecco cosa significano:

  • ASSEGNATO significa che il candidato rientra nei posti disponibili alla prima preferenza utile.
    Questo è tenuto ad immatricolarsientro 4 giorni nella sede relativa alla propria assegnazione secondo le procedure dell’Ateneo. 
    Se non si immatricola, perde il posto in tutte le scelte, viene escluso dal concorso.
  • PRENOTATO significa che il candidato NON rientra nei posti disponibili alla prima preferenza utile, ma è PRENOTATO per quella successiva
    Ha ottenuto un posto in una preferenza successiva alla sua prima. Succede perché gli altri studenti in graduatoria sono stati appena ASSEGNATI, eppure non sono ancora scaduti i 4 giorni utili per l’immatricolazioni o al Ministero non sono pervenute le informazioni esatte sull’Ateneo e quindi quante persone si siano immatricolate.
    Teoricamente se qualcuno di loro non si immatricolasse, infatti, chi è PRENOTATO potrebbe avere un posto in una preferenza più alta.


Quindi può fare due cose:

  1. può immatricolarsi nella preferenza in cui è riuscito ad ottenere un posto: ha 4 giorni per farlo. In caso di immatricolazione non concorre per altre preferenze e non sarà soggetto a scorrimenti in graduatoria. Se non si immatricola non viene escluso dal concorso (a differenza di chi è ASSEGNATO
  2. può aspettare gli scorrimenti della graduatoria, sperando quindi che si liberino dei posti nelle scelte più alte. In questo caso il candidato deve entro 5 giorni confermare il proprio interesse all’immatricolazione per confermare che è interessato allo scorrimento delle graduatorie. Dovrà aspettare la data delle prossime assegnazioni. Quando sarà ASSEGNATO alla prima preferenza utile avrà 4 giorni per procedere con l’immatricolazione.

Ecco degli esempio pratici

Studente ASSEGNATO

Alessia ha deciso l’ordine delle sue preferenze:

1. Topolinia

2. Unicornilandia

3. Paperopoli

4. Ornitorinco City

5. Safarindia
Alessia fa il test, il 2 ottobre scopre di aver totalizzato 56 punti e aspetta il 7 ottobre per scoprire a quale università potrà accedere.
Il Ministero inizia le assegnazioni: il primo studente in graduatoria nella sua prima scelta, il secondo studente in graduatoria nella sua prima scelta e così via. Man mano che gli studenti vengono assegnati, i posti a Topolinia sono esauriti perché gli studenti si sono immatricolati.

1. Topolinia

2. Unicornilandia

3. Paperopoli

4. Ornitorinco City

5. Safarindia

Continuano le assegnazioni e finalmente viene il turno di Alessia. C’è un posto per lei a Unicornilandia, quindi viene ASSEGNATA a questo Ateneo (che fortuna, eh?)

1. Topolinia

2. Unicornilandia ASSEGNATO

3. Paperopoli

4. Ornitorinco City

5. Safarindia

A questo punto Alessia può immatricolarsi entro 4 giorni o decidere che gli unicorni non fanno per lei e rinunciare al concorso intero. NON può aspettare di essere assegnata a qualche altra università. Ecco l’importanza di mettere le scelte davvero in ordine di preferenza!

Studente PRENOTATO

Guglielmo fa il test, mette le stesse preferenze di Alessia, ma fa un punteggio inferiore.

1. Topolinia

2. Unicornilandia

3. Paperopoli

4. Ornitorinco City

5. Safarindia

Gli studenti che sono prima di lui in graduatoria vengono assegnati a Topolinia e si immatricolano.
A Unicornilandia tutti i posti sono stati assegnati, ma il Ministero non sa ancora quanti di questi si immatricoleranno. Quindi non può assegnare Guglielmo a Unicornilandia come è successo ad Alessia, perché potrebbe accedere a questo Ateneo solo se qualche studente rinunciasse al suo posto
Ecco perché Guglielmo risulta PRENOTATO nella preferenza successiva.

1. Topolinia

2. Unicornilandia

3. Paperopoli PRENOTATO

4. Ornitorinco City

5. Safarindia

A questo punto può scegliere che Paperopoli è la città che fa per lui e immatricolarsi, sapendo che però non potrà più accedere ad altre preferenze, oppure sperare che a Unicornilandia si liberino dei posti e aspettare gli scorrimenti di graduatoria. A questo punto dovrà confermare il suo interesse per l’immatricolazione per non perdere il suo diritto ad accedere agli scorrimenti. E poi avere un po’ di pazienza.

Guarda questo video per capire più a fondo il funzionamento della graduatoria. 

Francesca Salato

Francesca Salato

Studentessa di Medicina, inguaribile curiosa ed entusiasta per ogni minima scoperta. Non riuscirò mai a prendermi del tutto sul serio. Ho conosciuto quasi per caso il mondo Wau, ma non ho potuto resistere: mi ci sono tuffata di testa (e ancora non sono riemersa). 

 

WAU

WAU

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter WAU