Concorso ordinario scuola primaria: cosa studiare per superarlo

concorso scuola primaria

Seguici sui social

Se sei tra gli aspiranti docenti iscritti al concorso ordinario scuola primaria 2020, probabilmente vuoi sapere cosa studiare di preciso per superarlo. Le prove del concorso ordinario consistono in uno scritto, una prova orale e la successiva valutazione dei titoli. In più, potrebbe essere inserita la prova preselettiva.

Vediamo cosa prevede il bando del concorso docenti ordinario 2020 e quali sono le conoscenze che devi avere per superarlo. Per il dettaglio del programma leggi anche l’allegato A del D.M. del 9 aprile 2019.

Concorso ordinario scuola primaria: cosa studiare

Cosa studiare per la prova preselettiva

La prova preselettiva del concorso ordinario primaria sarà attivata se il numero dei partecipanti al concorso scuola infanzia e primaria sarà superiore a 250 e a quattro volte il numero dei posti banditi.

In questo caso, la preselettiva verrà organizzata a livello regionale. Al momento è noto soltanto il numero totale dei candidati: 76.757 domande per i 12.863 posti complessivi previsti dal bando. Non si conosce la suddivisione delle preferenze per regione e quanti di questi si sono iscritti per il concorso infanzia e primaria.

Dato l’alto numero dei candidati e l’incognita degli iscritti in ciascuna regione, è molto probabile che tutti i candidati, tranne quelli disabili che accedono direttamente agli scritti, sosterranno la prova preselettiva.

La preselettiva sarà computer-based e composta da 50 domande a risposta multipla con 4 varianti di risposta, di cui una sola corretta, sulle seguenti materie:

  • conoscenza della normativa scolastica, 10 domande
  • capacità di comprensione del testo, 20 domande
  • capacità logiche, 20 domande

Nonostante siano solo 10 domande, è importante studiare la legislazione e la normativa scolastica, a partire dalla Costituzione della Repubblica Italiana.

Per cui, per superare la prova preselettiva devi conoscere le norme in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche, gli ordinamenti didattici del primo ciclo di istruzione, i compiti e le finalità di Invalsi e Indire, la governance delle istituzioni scolastiche, lo stato giuridico del docente, la normativa per l’inclusione degli alunni con BES, le linee guida per l’integrazione degli alunni stranieri, ecc.

Non hai mai studiato diritto e non hai solide conoscenze sulla legislazione scolastiche? Hai ancora tempo per preparti bene, perché data l’emergenza Covid-19 la prova si svolgerà nel 2021.

Leggi ulteriori dettagli sulla prova preselettiva nell’articolo Tutte le info sulla prova preselettiva concorso ordinario primaria e infanzia.

Cosa studiare per la prova scritta

Per i posti comuni del concorso ordinario primaria e infanzia, la prova scritta sarà strutturata in:

  • due quesiti a risposta aperta su tematiche disciplinari, culturali e professionali, volti all’accertamento delle conoscenze e competenze didattico-metodologiche in relazione alle discipline oggetto di insegnamento nella scuola primaria;
  • un quesito, articolato in otto domande a risposta chiusa, finalizzato alla verifica della comprensione di un testo in lingua inglese almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue.

La prova scritta durerà 180 minuti. Il risultato massimo che un candidato può ottenere è di 40 punti, con un massimo di 36 per i quesiti a risposta aperta e uno di 4 per le domande relative alla conoscenza dell’inglese.

Invece, per i posti di sostegno sono previsti due quesiti a risposta aperta inerenti alle metodologie didattiche da applicarsi alle diverse tipologie di disabilità, finalizzati a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure volte all’inclusione scolastica degli alunni con disabilità.

Cosa studiare per la prova orale

Durante la prova orale del concorso ordinario scuola primaria, i candidati per i posti comuni dovranno dimostrare la padronanza delle discipline che si andranno a insegnare e la capacità di progettazione didattica efficace per il raggiungimento degli obiettivi previsti dagli ordinamenti didattici.

I candidati saranno chiamati a illustrare in un massimo di 30 minuti la progettazione di un’attività didattica, dai contenuti alla metodologia, con un esempio di utilizzo pratico delle Tecnologie della Informazione e Comunicazione, TIC.

Sarà accertata anche la capacità di comprensione e conversazione in lingua inglese almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue.

La prova orale per i posti di sostegno oltre a questo programma dovrà valutare la competenza dei candidati nelle attività di sostegno agli alunni con disabilità per garantire l’inclusione e il raggiungimento di obiettivi adeguati alle possibilità degli alunni e alle differenti tipologie di disabilità, anche attraverso l’utilizzo delle TIC.

Per la prova orale è possibile raggiungere un massimo di 40 punti. Per superare la prova occorre conseguire un punteggio complessivo minimo di 28 punti su 40.

WAU! è al fianco di tutti i candidati con un ciclo di webinar gratuiti sulle materie della prova preselettiva del concorso scuola 2020 per l’infanzia e primaria

I nostri webinar sono pensati per supportare i candidati nello studio della legislazione scolastica, acquisire il metodo per rispondere correttamente ai quiz di logica, con test di valutazione e correzioni.

Immagine in evidenza di Vlada Karpovich da Pexels

Nadia Plamadeala

Nadia Plamadeala

La comunicazione non è solo il mio lavoro. È il mio mondo. Sono mediatrice interculturale, social media manager, copywriter e brand reputation manager nel settore hospitality. Inoltre, collaboro come giornalista per testate che parlano di intercultura. Le 6 lingue che parlo fluentemente mi danno una grossa mano a spaziare tra temi, settori e interessi degli utenti globali del web.

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter WAU

Capitale sociale Euro 5.000 i.v. REA SS - 184606 Sede legale: Via De Gasperi, 7 07100 Sassari - Italia P.iva/C.F. 02542830902