Chat with us, powered by LiveChat

Come prepararsi al test d’ingresso a Medicina a Roma

come prepararsi

Preparati per il test d’ammissione a Medicina a Roma con il metodo SCD e dai al tuo studio una marcia in più.

Vuoi studiare Medicina a Roma, vuoi diventare il miglior cardiologo della città eterna, vuoi diventare professore universitario alla Sapienza, ma forse ti è sfuggito qualcosa.

Devi superare il test d’ingresso a Roma. La capitale è difatti una delle mete più ambite per gli studenti universitari di Medicina e non solo, quindi ti toccherà sgomitare molto per raggiungere il tuo obiettivo.

Ma tu sei forte, quindi puoi farlo. Sgomita e scalcia via tutto quello che ti impedisce di raggiungere i tuoi obiettivi. Preparati in modo adeguato, mettendoci tutto l’impegno e la buona volontà che hai in corpo, ma fallo non pensando che è difficile entrare a Roma. Tu pensa a fare il tuo test, fai in modo di non dipendere dagli insuccessi altrui, ma solo dai tuoi successi.

Preparati mentalmente al test d’ingresso a Roma

Che tu faccia il test a Chieti, a Napoli, a Roma o a Milano poco importa. Il giorno del test sarete solo tu, la tua penna (anzi, non è tua, una volta terminato il test la devi restituire!) e quei fogli.

Quei 100 minuti rispecchieranno tutti i sacrifici e i sudori colati dalla tua fronte durante le dure e a volte stressanti giornate di studio. Sta a te ora capire quando e come iniziare a prepararti, quando studiare cosa e soprattutto come affrontare il test.

Affrontarlo come una lotta persa in partenza è controproducente, ti presenterai il giorno del test col viso pallido, con una faccia anonima e con gli occhi trasudanti infelicità. Se il tuo atteggiamento sarà così, non aspettarti che il tuo punteggio al test d’ingresso a Roma o in qualsiasi altra città ti sorrida.

Ricordati che non puoi permetterti di sprecare un’occasione del genere perché per la prossima dovrai aspettare un anno.

Uno di quei posti disponibili deve essere tuo.

campus biomedico roma

Test d’ingresso a Roma, 5 sedi e 1173 posti disponibili

A questo proposito, alcuni sostengono ci sia più possibilità di entrare a Roma perché ci sono tanti posti disponibili, divisi però in più di una sede.

Difatti, nella capitale non c’è solo una sede in cui poter studiare Medicina, ma ce ne sono ben 5 (senza contare la Cattolica, università privata). Queste sono la Sapienza (che si divide in Policlinico, Polo Pontino e S. Andrea), Tor Vergata e Campus Biomedico.

Complessivamente la Sapienza mette a disposizione ben 833 posti (con il Policlinico che ha disponibili 522 posti, Polo Pontino 121 e S. Andrea 160), Tor Vergata invece 220 e il Campus Biomedico è quello che ne “offre” di meno, solo 120.

Considerando questa abbondanza di posti disponibili, resta da capire quanti sono gli studenti che si iscriveranno in una sede di Roma, dato molto importante per capire se è davvero minore la concorrenza rispetto ad altre parti d’Italia.

Questo lo possiamo più o meno intuire confrontando i dati degli anni passati. Ogni anno provano il test di Medicina a Roma più di 9000 studenti, un numero assolutamente considerevole che ti deve far capire che riuscire a studiare nella capitale non è un gioco da ragazzi.

Solo se seguirai il metodo SCD ce la farai.

Studio, curiosità e determinazione, ma con moderazione

Prima ti parlavo di metodo SCD (Studio, curiosità e determinazione) e della sua efficacia. Io ho passato il test seguendo questo metodo ogni giorno ed il bello è che dopo un po’ ti abitui e non ti accorgi che stai studiando.

Si, considerami un promoter del metodo SCD.

Queste tre parole ti saranno molto di aiuto, perché sarà attraverso queste che tu supererai il test di Medicina. Il bello di queste parole è che se non c’è una non ce n’è nessuna.

Non esiste studio senza curiosità, non esiste studio senza determinazione, non c’è determinazione se non c’è curiosità.

Rendi il tuo studio piacevole, appassionati a quello che studi, immergiti nell’ambito. Non fermarti alla descrizione di mitocondrio, indaga, scopri da cosa derivano i suoi enzimi, il suo genoma, scopri tutto il meccanismo che lo porta a creare energia. Studia il fegato come se fosse un mistero da approfondire fin quando non si è sicuri di avere in tasca la conoscenza.

Il segreto per una buona preparazione è proprio questo: immaginarsi come dei ricercatori che hanno i mezzi per conoscere molto di più di quanto non riporti un libro di testo.

Ma ovviamente devi tener conto del tempo che questa continua ricerca richiede e rapportarlo ai benefici che potresti trarne.

Non dimenticare mai che, per ora (e solo per ora), l’unica cosa che ti interessa è superare il test d’ingresso. Impara, rivedi e visualizza solo concetti che potranno esserti utili nell’ambito della preparazione al test d’ammissione e non spingerti troppo oltre.

Capisci come può essere un test di Medicina vedendo anche i test degli anni passati e renditi conto più o meno del livello di conoscenze che serve per superarlo brillantemente.

Ricerca con moderazione.

medicina roma

Pianifica ogni giorno di studio da qui al test

Da qui in avanti il tuo sarà un percorso pieno di libri e di voglia di imparare. Prendi il calendario, armati di penna e stammi bene a sentire. Segna sul calendario le materie che studierai lunedì, martedì, mercoledì e così via. Devi seguire sostanzialmente due regole.

La prima regola è che non devi fossilizzarti troppi giorni su una materia in particolare. È importante spaziare per non dimenticare le nozioni delle altre materie che hai appreso. Devi costruire un ciclo perfetto che ti permetta di mantenere vivide le cose che apprendi per ogni materia e soprattutto di non pronunciare mai la frase “l’ho studiato troppo tempo fa, non ricordo questo argomento”.

La seconda regola è che devi terminare ogni giornata con delle esercitazioni, per fissare bene nella tua testa i concetti appena appresi. Tuttavia non è necessario che  l’esercitazione contenga solo argomenti appena studiati.

È importante che tu introduca delle domande che devono farti sforzare di ricordare gli argomenti studiati 2 o 3 giorni prima.

Se seguirai queste indicazioni, la strada verso il superamento del test d’ingresso a Roma, a Udine, a Cagliari e in ogni altra città sarà spianata.

Io faccio WAU e tu?

Mario Affatato

Mario Affatato

Studente di Medicina, faccio parte dello staff di WAU da poco ma mi sento a casa.
Marcet sine adversario virtus.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche:

La Summer School 2016 è firmata WAU!

Biologia e chimica: quanto devo approfondire lo studio per il test di ammissione?

WAU

WAU

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter WAU

Entra in WAU!

500 quiz inediti e commentati classificati per materia, argomento e livello di difficoltà + 5000 quiz ministeriali. Tutto ciò che ti serve per prepararti al Test di Ammissione.

Cosa aspetti? Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato.