Chat with us, powered by LiveChat

Come studiare medicina: 4 “magici” consigli.

Come studiare medicina: 4 “magici” consigli.

Come studiare medicina? Come approcciare una delle facoltà reputate più difficili, complicate e impossibili?  Una di quelle facoltà che inizi a 18 anni e “few moments later” hai 15 anni in più e devi ancora dare Anatomia? Prima di tutto …mantieni la calma!

Medicina è un corso universitario “come gli altri”, non si tratta di avere abilità magiche, non devi entrare a Hogwarts! 😉 In questo articolo vogliamo dare qualche consiglio a chi come te sta per affrontare il test di medicina, e che vuole arrivare preparato di fronte al primo libro di testo!

leggere, capire, memorizzare sono gli ingredienti dello studio

Il “magico” principio dello studio

Se vuoi sapere come studiare medicina, prima di tutto ripassiamo la ricetta dello Studio.

Gli ingredienti sono semplici, come quelli di ogni buona ricetta:

  • Leggere
  • Capire
  • Memorizzare

Ti sembrano cose banali? 

Beh non lo sono e dovrai tenerle bene a mente quando sarai colto dalla tentazione di infarcire il tuo cervello di nozioni a memoria, maltrattando i tuoi neuroni senza pietà e senza dargli spiegazioni. 
Il cervello è una macchina incredibile e per memorizzare efficacemente, e soprattutto per fare in modo che le informazioni non spariscano dopo una settimana dall’esame, deve prima capire. Ovviamente per poter capire deve leggere! 

Ci sono due segreti fondamentali per la perfetta ricetta dello studio: 

  • la stanchezza non è un ingrediente utile;
  • “il dovere” non equivale al “volere”!

Come tutti gli studenti universitari è assai probabile che farai le nottate prima di un esame, o durante una sessione particolarmente difficile. Bene, potrebbe capitare di dover dormire poco in un periodo particolarmente intenso ma purtroppo ci sono alcuni studenti che fanno delle ore piccole uno “stile di vita”. E dato che non riescono a mantenere il ritmo in molti si costringono a dormire sempre di meno, sperando di recuperare lo studio arretrato, finendo in un circolo vizioso che li rende esausti e poco produttivi.

Sappi che per affrontare uno studio intenso e una carriera universitaria impegnativa è fondamentale dormire a sufficienza. Se ti costringerai a lungo a dormire 4 o 5 ore il tuo cervello e il tuo corpo si ribelleranno e diventerà sempre più difficile mettersi a studiare, figurati a memorizzare. 

Si dice che lo studio è il “dovere” dello studente ma in questo modo generazione di studenti hanno iniziato a odiare lo studio e la scuola, la differenza tra “volere e dovere” viene spesso dimenticata o fraintesa. Certo studiare è un dovere, ma prima di tutto “deve” essere un piacere, un’attività “voluta”. 

La motivazione è il cemento della memorizzazione, della comprensione e dell’abilità in una determinata pratica. Approcciare le materie che studierai non come a un “dovere” (qualcosa di imposto ed esterno a te) ma come a un “volere” (qualcosa che desideri, un qualcosa di intimo e personale) renderà il tuo studio naturale e spontaneo! Tienilo a mente ogni giorno e avrai quel carburante che distingue uno studente sufficiente da uno studente brillante.

Non esiste un metodo di studio completamente universale che ti illustri esattamente come studiare medicina, ma esistono senza dubbio alcune “peculiarità” della facoltà di Medicina. Vediamole insieme nel prossimo paragrafo. 

studiare medicina senza ansia

Come studiare medicina, consigli e suggerimenti per affrontare lo studio senza ansia.

Non è raro incontrare studenti di medicina in preda all’ansia di fronte a un esame che sembra impossibile, e noi siamo qua per non farti diventare uno di quelli. 😉 

Ma perché Medicina è popolata da studenti in preda all’ansia da esame? 

  • molte cose sono da studiare a memoria;
  • alcuni esami sono immensi;
  • molto spesso il materiale da studiare ha una componente visuale da memorizzare. 

Ricorda che lo studio a memoria non preclude la comprensione, renderesti la memorizzazione più difficile. Mentre il materiale visuale potrebbe diventare da “difficoltà” a ottimo strumento di comprensione e dunque un valido supporto alla memorizzazione. 

Con i seguenti consigli vedrai che riuscirai a mantenere il controllo della situazione e ridurre in questo modo l’ansia da esame!

 1. Il primo approccio.

Prima di tutto il tuo cervello deve sapere quanto, quale e che tipo di argomento dovrà mettersi a studiare. Quindi metti davanti a te tutto il materiale e decidi di dedicare il tempo necessario a fare un quadro preliminare della situazione: leggi gli indici, le presentazioni dei capitoli e insomma decidi di dedicare anche qualche ora a una sorta di “avanscoperta”. Non pensare che sia tempo sprecato, piuttosto consideralo come un investimento che ti renderà lo studio più semplice.

2. Le mappe. 

Mentre ti fai un’idea degli argomenti, e della mole dell’esame, crea delle mappe concettuali del libro a partire dall’intero indice e poi creandone una per capitolo, e se necessario scendendo ancora più in profondità di livello a seconda di quanto è ampia la materia d’esame. Man mano che studierai riempirai queste mappe a partire da quella più specifica e sempre in modo più sintetico e abbreviato man mano che completi le mappe più generali. Sarà un’ottima occasione per rielaborare le informazioni e memorizzarle. 

3. Programmazione.

Non si tratta di decidere a priori una data standard per concludere tutto il materiale d’esame, piuttosto di scoprire la tempistica adatta su misura per te che non ti procuri né ansia né frustrazione. Questo è un ottimo consiglio su come studiare medicina senza impazzire o rinunciare alla vita sociale.

           a. Conteggio pagine: conta tutte le pagine che devi studiare (esempio 1000); 

           b. Cronometrati : studia il materiale per qualche giorno come fai di solito, ma stavolta prendi nota                 quotidianamente del tempo che prevedi di metterci e del tempo effettivo che impieghi;

           c. Unità standard: ora fai la media del tempo impiegato a studiare la tua “unità standard” ora/pagine             (esempio in 1h studi 10 pagine in media). Fai la media anche dello scarto tra il tempo  impiegato e il             tempo previsto (prevedevi di studiare 4 ore al giorno e ogni volta hai  impiegato un ora in più, quindi             hai un 20% di errore nelle tue previsioni). 

          d. Margine d’errore: quindi 1000 pagine diviso 10 pagine, saranno necessarie minimo 100 ore per                studiare tutto il materiale, a cui devi aggiungere, se vuoi stare stare davvero tranquillo, un 20% di                    margine di errore per considerare imprevisti e inconvenienti (quindi 120 ore);

         e. Suddividi: ora decidi quante ore vuoi studiare al giorno, poniamo siano 5 ore al giorno, avrai                       bisogno di 24 giorni di studio per preparare l’esame. Con questo metodo puoi anche renderti conto               se è effettivamente possibile per te preparare o meno un esame in base alle tue tempistiche, o se è             meglio prepararlo con più calma e soddisfazione alla prossima sessione. 

4. Memorizzare giocando.
Si tratta un po’ di sperimentare e un po’ di rendere lo studio più divertente (e quindi più memorizzabile). Le flash card sono carte con numeri, dati, definizioni, che da un lato hanno la domanda/ termine/ formula e dall’altra hanno la soluzione.

Metti davanti a te le carte a piccoli gruppi e sforzati di ricordare, se proprio non ricordi allora volta la carta. Se la indovini la metti nel mazzo che ripasserai dopo diversi giorni, se non la indovini nel mazzo da ripassare il giorno dopo, e così via.

 Si ripete l’esercizio per tutto il periodo di preparazione dell’esame. Man mano che si studia il materiale prepari il tuo mazzo e inizi a memorizzare, in modo da non doverlo preparare e studiare tutto alla fine dello studio del materiale.

La creazione del mazzo potrebbe essere un compito da dividere con i tuoi colleghi e insieme potreste dare il via a una gara a chi ricorda di più! Ovviamente è importante sempre capire l’argomento, inutile mettersi a memorizzare 1000 carte senza sapere di cosa parlano.

flash cards, memorizzare divertendosi

Conclusioni

Ricorda sempre la ricetta dello studio, non perdere la testa e programma in base alle tue capacità per evitare la frustrazione, mantieni viva la passione e l’interesse per la tua vocazione nel fare il medico e anche le materie più ostiche diventeranno senza dubbio meno antipatiche. 

Ti stai preparando al test di medicina?

Inizia da subito a mettere in pratica questi consigli su come studiare medicina mentre studi i nostri materiali didattici per la preparazione del test d’ingresso a medicina , oppure il materiale che forniamo nei nostri corsi di preparazione in presenza, oppure dai un’occhiata al simulatore Wau gratuito  per ripassare quello che hai già iniziato a studiare! 😉 

 

Antonella Sanna

Antonella Sanna

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter WAU

20% di SCONTO con 18APP

Utilizza il tuo buono 18 app per acquistare i servizi WAU! e ricevere uno sconto del 20%. Scopri su quali prodotti è valida la promo! Richiedi più info qui:

OTTIENI 200€ di sconto!

Sei interessato ai CORSI ONLINE per prepararti al meglio al Test di Medicina? Compila il form qui sotto per ricevere un codice sconto da 200€ e scoprire tutte le informazioni utili

Entra in WAU!

500 quiz inediti e commentati classificati per materia, argomento e livello di difficoltà + 500 quiz ministeriali. Tutto ciò che ti serve per prepararti al Test di Ammissione.

Cosa aspetti? Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato.