didattica a distanza BES e DSA

Seguici sui social

La pandemia di Covid-19 sta mettendo la scuola a dura prova. Dopo l’ultimo DPCM del 3 novembre 2020, quasi 4 milioni di studenti sono tornati in DAD ed è tornata quindi anche la didattica a distanza per BES e DSA.

Sono tante le criticità della didattica a distanza esposte dagli insegnanti e dalle famiglie coinvolte, dal gap tecnologico alla difficoltà di valutazione. Soprattutto, tra le varie problematiche emerge il grave rischio di lasciare indietro gli alunni BES, con Bisogni Educativi Speciali, e DSA, con Disturbi Specifici dell’Apprendimento.

Approfondisci nel dettaglio quali sono le differenze tra BES e DSA in ambito scolastico.

Qual è la situazione attuale per gli alunni con BES e DSA? Secondo una nota del MIUR che risale al 6 novembre, saranno le comunità educanti a valutare:

se attivare misure per garantire la frequenza in presenza agli alunni con altri bisogni educativi speciali, qualora tali misure siano effettivamente determinanti per il raggiungimento degli obiettivi di apprendimento da parte degli alunni coinvolti.

La didattica a distanza per gli alunni con BES e DSA deve essere evitata per contrastare la perdita dell’apprendimento e la dispersione scolastica. Tuttavia, è difficile prevedere la curva dei contagi e gli sviluppi locali. La situazione è delicata e serve la collaborazione tra famiglie e scuola per sostenere al meglio gli alunni con necessità particolari.

Cosa fare nel caso la chiusura delle scuole perduri? Ecco alcuni consigli per permettere l’inclusione via web in presenza di BES e DSA.

Didattica a distanza per BES e DSA

Didattica a distanza e BES/DSA: consigli per docenti

Come fare didattica a distanza in modo efficace? Secondo le direttive del MIUR, bisogna programmare gli interventi agendo su più livelli di inclusione:

  • didattica, è di vitale importanza la personalizzazione del materiale per gli alunni con necessità particolari in base agli strumenti e le misure previste dal PDP e dal PEI, per evitare il carico cognitivo;
  • inclusione, non bisogna limitarsi alla sola didattica, ma favorire per quanto possibile l’interazione tra il docente e l’alunno e il coinvolgimento attivo di quest’ultimo nelle attività didattiche;
  • barriere tecnologiche, vanno eliminate per quanto possibile, verificando i dispositivi tecnologici in possesso della famiglia e offrendo supporto tecnico nel loro utilizzo, se necessario;
  • piattaforma online unica, l’utilizzo di una singola piattaforma per tutte le materie è raccomandabile per facilitare la curva dell’apprendimento;
  • orari, dovrebbe essere comunicato in anticipo l’orario delle videolezioni e interazioni online per lasciare spazio alla preparazione e per consolidare la routine;
  • gruppi piccoli, nel caso degli alunni con BES o DSA, quando possibile è necessario favorire l’apprendimento in piccoli gruppi virtuali.

Didattica a distanza e BES/DSA: consigli per genitori e tutori

Anche in genitori hanno un ruolo importante nel rendere meno pesante e dannosa la didattica a distanza per BES e DSA. Ad esempio, mettendo in atto queste 3 buone pratiche:

  1. lettura condivisa, per alleggerire lo sforzo cognitivo del figlio con difficoltà di lettura, un processo da svolgere con un adulto di riferimento in un ambiente familiare;
  2. pianificazione, l’incertezza della pandemia ha un impatto negativo sui bambini con BES/DSA. Pianificare settimanalmente le attività da svolgere li aiuta a consolidare la routine e a migliorare il rendimento scolastico.
  3. definire i tempi, ossia decidere in anticipo il tempo da dedicare a ciascuna attività per rendere gli alunni più disciplinati ed evitare il sovraccarico. Meglio optare per brevi sessioni di studio di circa 40 minuti alternate da pause di 10-15 minuti.

Didattica a distanza e BES/DSA: strumenti

Per favorire l’apprendimento e il buon rendimento scolastico di alunni con BES e DSA anche a distanza, si possono sfruttare gli strumenti compensativi, sia hardware che software, previsti dalla Legge 170/2010. Vediamone alcuni:

  • sono da privilegiare sistemi di confronto diretto con l’alunno con BES/DSA, soprattutto quelli che si avvicinano di più alla didattica in presenza, come Zoom, Skype, o Google Meet;
  • Google Classroom, un portale gratuito per rimanere in contatto con gli alunni, creare corsi e assegnare compiti;
  • CmapTools, editor di mappe concettuali che può aiutare ad alleggerire lo sforzo cognitivo;
  • LeggiXme, che permette di leggere un testo digitale attraverso la riproduzione artificiale della voce umana, può essere uno strumento molto utile nel caso di DSA;
  • Tutoredattilo, un sito che consente di imparare attraverso i giochi e la tecnica della digitazione a dieci dita sulla tastiera;
  • Spazio Virtuale di Save the Children, un portale per educatori, genitori e insegnanti con giochi, risorse e approfondimenti su tematiche di insegnamento, anche per gli alunni con BES e DSA;
  • Protocolli in Rete, portale pensato come luogo di incontro tra le scuole, gli enti e le imprese che mettono a disposizione strumenti innovativi per favorire l’apprendimento a distanza.

Hai ancora dubbi riguardo la didattica a distanza per BES e DSA, da docente o genitore?

Rivolgiti al centro di educazione e sostegno allo studio di Sassari, Gli improbabili, punto di riferimento per tutto il Nord Sardegna per le problematiche di apprendimento, le lacune formative, l’aspetto motivazionale connesso allo studio, la formazione di docenti e genitori. Anche online e a distanza.

Immagine in evidenza di Annie Spratt da Unsplash

Nadia Plamadeala

Nadia Plamadeala

La comunicazione non è solo il mio lavoro. È il mio mondo. Sono mediatrice interculturale, social media manager, copywriter e brand reputation manager nel settore hospitality. Inoltre, collaboro come giornalista per testate che parlano di intercultura. Le 6 lingue che parlo fluentemente mi danno una grossa mano a spaziare tra temi, settori e interessi degli utenti globali del web.

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter WAU

Capitale sociale Euro 5.000 i.v. REA SS - 184606 Sede legale: Via De Gasperi, 7 07100 Sassari - Italia P.iva/C.F. 02542830902