Chat with us, powered by LiveChat

Gruppi sanguigni, perché sono compatibili o meno?

Gruppi-sanguigni-perché-sono-compatibili

A Rh -, 0 Rh +, AB Rh – … che vorranno significare? Sono 8 le tipologie dei gruppi sanguigni dell’uomo, probabilmente sappiamo tutti che ci sono dei tipi di sangue compatibili tra loro e altri no e oggi finalmente capirai una volta per tutte il “perché”. Il sangue è la nostra linfa vitale e conoscere come funzionano i gruppi sanguigni può essere fondamentale per salvare una vita, quindi perché non spendere qualche minuto per capire come funzionano i gruppi sanguigni dell’essere umano?

 Il Sangue è un tessuto!

Sapevi che il sangue è un tessuto liquido (un insieme di cellule, strutturalmente simili, associate per funzione)? Ed è composto da una parte liquida, il Plasma, e una parte “corpuscolata”:  

  • piastrine;
  • globuli bianchi;
  • globuli rossi

Il Plasma è per il 90% composto da acqua, mentre nel restante 10% presenta un bel mix di nutrienti, tra cui sali, proteine, glucidi e lipidi. 

Le Piastrine sono fondamentali per l’emostasi, ovvero tutta quella serie di processi che consentono al corpo di fermare il sanguinamento e di mantenerlo ottimamente fluido in condizioni normali. 

I Globuli Bianchi (o Leucociti) sono i nostri “invisibili guerrieri” che affrontano decine e decine di battaglie ogni giorno, e che ci permettono di stare in salute per la maggior parte del tempo. Infatti il loro ruolo è quello di proteggere il nostro organismo da tutti quei microrganismi patogeni (batteri, parassiti, virus, funghi) che riescono a superare cute e mucose. Il nostro organismo rimpolpa le file di questo esercito quando più ne ha bisogno e quindi puoi sentirti libero di chiedere:  “dimmi quanti Leucociti hai e ti dirò come stai!” 🙂 

I Globuli Rossi (Eritrociti o Emazie) sono le altre cellule del sangue, il cui scopo fondamentale è quello di “farci respirare”. Ovvero loro si occupano di trasportare l’ossigeno che noi immettiamo nell’organismo respirando ai tessuti di tutto il corpo. In più si occupano anche di smaltire l’anidride carbonica facendo il viaggio al contrario. 

Ma i Globuli Rossi sono anche i protagonisti di questo articolo, perché la classificazione dei gruppi sanguigni dipende proprio da loro. 

I Gruppi sanguigni e il sistema AB0. 

I Globuli Rossi sono quindi i “responsabili” della differenza del sangue umano, il motivo che rende possibile la trasfusione o meno da una persona all’altra. 

La differenza dei gruppi sanguigni dipende dalla presenza o meno di certe proteine sulla superficie di queste cellule speciali. 

Secondo il sistema AB0 esistono due proteine che possono trovarsi sulla superficie dei nostri globuli rossi, la A e la B, mentre il gruppo 0 non ha nè l’una nè l’altra. 

In alcuni casi i globuli rossi hanno sia la proteina A che la B, abbiamo quindi 4 combinazioni, o gruppi sanguigni: 

  • A, B, AB, e 0. 

La cosa interessante è che se il globulo rosso ha la proteina A, produrrà anticorpi per la proteina B (che non possiede) e viceversa per i globuli rossi che hanno la proteina B, mentre il gruppo AB non ha nessun anticorpo perché distruggerebbe le sue stesse cellule, infine il gruppo 0 non avendo alcuna proteina possiede gli anticorpi per entrambi. 

Ok, tutto chiaro? Bene ora possiamo complicare il quadro! 😀 

Il Sistema Rh. 

Il Sistema, o fattore, Rh si riferisce a un’altra proteina ancora che se è presente darà al gruppo sanguigno il nome di Rh positivo, mentre se assente Rh negativo. 

In particolare è un fattore fondamentale da tenere in considerazione durante la gravidanza, perché se la madre è Rh negativo mentre il bambino Rh positivo il rischio è che la donna produca anticorpi “contro” il feto che porta in grembo, distruggendo i suoi globuli rossi attraverso la placenta.

Ma il fattore Rh complica il quadro dei gruppi sanguigni soprattutto per quanto riguarda le trasfusioni. Vediamo di ricapitolare un pochino come funzionano le compatibilità tra i gruppi sanguigni, ricordando il concetto fondamentale:

  •  se il globulo rosso “ha” una proteina potrà accoglierla, mentre se “non ha” una determinata proteina produce anticorpi pronti a distruggerla.

Le combinazioni sono le seguenti

  • A Rh+:
    Dona a A+, AB+
    Riceve da A+, A-, 0+, 0-

  • B Rh+
    Dona a B+, AB+
    Riceve da B+, B-, 0+, 0-

  • AB Rh+
    Dona a AB+
    Riceve da tutti i gruppi

  • 0+
    Dona a 0+, A+, B+, AB+
    Riceve da 0+, 0-

  • A Rh-
    Dona a A+, A-, AB+, AB-
    Riceve da A-, 0-,

  • B Rh-
    Dona a B+, B-, AB+, AB-
    Riceve da B-, 0-

  • AB Rh-
    Dona a AB+, AB-
    Riceve da AB-, A-, B-, 0-

  • 0-
    Dona a tutti i gruppi
    Riceve da 0-

Per fare un esempio parliamo del gruppo sanguigno più “altruista” e contemporaneamente più sfortunato di tutti, il gruppo 0 Rh negativo. Non possiede nessuna proteina né la A, né la B, né la proteina del fattore Rh. 

Dunque è per questo che può essere compatibile con tutti, non scatenerà nessuna reazione immunitaria con nessun gruppo sanguigno, ma contemporaneamente proprio perché non ha nessuna delle proteine sopracitate possiede gli anticorpi per combattere ognuna di esse, dunque per questo che può ricevere trasfusioni solo dal suo specifico gruppo sanguigno.

 

Conclusioni. 

Beh ora dovresti avere senza dubbio le idee più chiare rispetto a come funzionano i gruppi sanguigni, ma se hai ancora qualche dubbio scrivici pure un commento! In questo articolo ti abbiamo parlato: 

  • del sangue e della sua composizione;
  • dei due maggiori sistemi di classificazione;
  • di come riconoscere le compatibilità tra i gruppi sanguigni. 

Imparare a conoscere il sangue e come funziona è una delle competenze davvero basilari di un futuro medico, il sangue connette, nutre e ossigena tutto il nostro corpo!
Di questo e di tanti altri argomenti essenziali alla preparazione per il test di medicina  parliamo nei nostri manuali e nei nostri corsi di preparazione!

Registrati alla piattaforma gratuitamente per poter sfruttare tutte le risorse gratuite, test, simulazioni, appunti e video di approfondimento.

 

Noi ti salutiamo e ti aspettiamo al prossimo articolo!

Leggi anche:

Come superare il test di medicina: il metodo WAU!

Essere medico: come capire se hai davvero la vocazione

 

Antonella Sanna

Antonella Sanna

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter WAU

Entra in WAU!

500 quiz inediti e commentati classificati per materia, argomento e livello di difficoltà + 500 quiz ministeriali. Tutto ciò che ti serve per prepararti al Test di Ammissione.

Cosa aspetti? Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato.