Chat with us, powered by LiveChat

Come superare il test di Medicina: l’esperienza di Eleonora e Valentina, prima e seconda a Sassari

Eleonora e Valentina

Anche quest’anno il podio della graduatoria di Medicina è occupato dai corsisti WAU!. Hanno brillato a Sassari Eleonora e Valentina che, con tanto impegno e dedizione, non solo hanno raggiunto l’obiettivo di superare il test di Medicina 2019, ma sono risultate le migliori nella graduatoria di Sassari, classificandosi prima e seconda. Ecco la loro esperienza.

1) Complimenti ragazze, siete la prima e seconda nella graduatoria di Medicina a Sassari. Vi aspettavate questo risultato?

Eleonora: No non me l’aspettavo! L’ obiettivo principale era superare il test di medicina, il risultato è stato una soddisfazione aggiuntiva sia per l’impegno nello studio che per la mia famiglia.

Valentina: Quando ho terminato il test non mi aspettavo assolutamente questo risultato, perché quel momento è carico di emozioni, c’è molta paura e nel confronto con gli altri scopri anche gli errori che hai commesso. Però quest’anno mi sono impegnata al massimo e mi sono giocata tutte le carte, perciò questo risultato è stato bellissimo, una grandissima soddisfazione.

 

2) Come vi siete preparate per superare il test di Medicina?

Eleonora: Io ho iniziato autonomamente a studiare, quest’anno mi sono iscritta a biotecnologie e ho approfittato degli esami per studiare anche per il test. Andando avanti con lo studio, mi sono accorta di aver bisogno di confrontarmi con gli altri perciò, tramite persone che hanno frequentato i corsi WAU!, sono venuta in sede e Dario (il responsabile della customer care, n.d.r.) mi ha consigliato, considerata la buona preparazione che già avevo,  il corso pratico intensivo, un percorso che si concentra su quiz e simulazioni. C’è una vasta gamma di percorsi che puoi scegliere in base alle tue esigenze e ti rivolgi a qualcuno che sa cosa consigliarti: con la piattaforma e tutti gli strumenti WAU! riesce ad accontentare tutti!

Valentina: Io essendo in quinta superiore sono partita da 0 e ho deciso a ottobre di iscrivermi al corso invernale. Grazie a WAU!  ho ottenuto questo risultato perché studiando in autonomia mi ero accorta già da prima che lo studio teorico, anche di argomenti affrontati a scuola, poteva risultare un po’ superficiale.  Andando invece più a fondo con i quiz, focalizzandosi su certi dettagli, si capiscono meglio molte cose. Quindi il mio metodo è stato più che altro basarmi sulle esercitazioni e poi, attraverso i quiz, ripassare alcuni argomenti su cui mi accorgevo di avere qualche lacuna.

3) Entrambe avete frequentato il corso WAU! Come è stata questa esperienza e in che modo vi ha aiutato a superare il test di Medicina?

 Eleonora: Come dicevo prima, ho frequentato il corso pratico intensivo, incentrato su quiz e simulazioni. Questo percorso è stato molto utile perché mi ha permesso di confrontarmi con gli altri, mi ha dato sicurezza in me stessa e mi ha permesso di esercitarmi su tutti gli argomenti che sarebbero potuti essere presenti al test di medicina. Sviscerare ogni materia con i test specifici è stato eccezionale e il mio studio è stato quotidiano. È stato utilissimo fare le simulazioni in un tempo minore rispetto ai 100 minuti previsti il giorno della prova: svolgere una simulazione intera, di livello medio-difficile, in 50 o 60 minuti ha fatto in modo che il giorno del test il tempo mi bastasse. Un altro aspetto positivo del corso pratico intensivo è stato il gruppo: ho trovato delle persone con le quali non c’era una rivalità ma una sana competizione, non ci si sfidava, anzi, ci si aiutava a vicenda. È stato un ottimo clima dove migliorare.

Valentina: Io ho frequentato il corso invernale WAU! e la Summer School, che mi è servita per rafforzare molti concetti. Le lezioni mi hanno aiutato tantissimo, i professori sono stati bravissimi e anche i tutor, che mi hanno aiutata molto ad affrontare i quiz e sono stati sempre disponibilissimi. Ci sono stati anche momenti di sconforto, soprattutto alla Summer, ma lo staff e i compagni mi sono sempre stati vicini. Il fatto di riunirci tutti insieme sia per studiare che  dal punto di vista personale è stato molto utile per aiutarci a vicenda. Sentendo altre persone che hanno frequentato altri corsi, direi che WAU! è l’unica comunità dove è presente questo aiuto reciproco tra i corsisti.

 

4) Che cosa vi ha aiutato maggiormente per la preparazione?

 Eleonora: La piattaforma online è stata fondamentale e utilissima. Mi sono fatta un calendario di simulazioni da diluire nel tempo. Nei giorni in cui non avevo simulazione programmata, facevo quiz dalla piattaforma, dai libri o dal materiale che avevo dal corso. Per me è stato fondamentale esercitarmi, fare molti quiz, essere abituata ad ogni tipologia di domanda. Le simulazioni presenti in piattaforma sono utili perché hai il tempo di svolgimento che scorre davanti, i test che spaziano tra tutti gli argomenti e la correzione immediata (mentre fai il test puoi cliccare sulla domanda sbagliata e avere subito la correzione). Inoltre hai la possibilità di revisionare e ripetere le simulazioni e quindi di vedere il tuo andamento.

Valentina: Oltre i corsi, mi hanno aiutata nella preparazione i libri di teoria e il manuale di simulazioni. Inoltre, mi è servita tantissimo la piattaforma, che ho sfruttato durante tutto l’anno; mi sono state utilissime le esercitazioni, i quiz per ogni materia che si focalizzano su un singolo argomento e che ti permettono di capire dove hai dei problemi e ti aiutano a risolverli. Nell’ultimo periodo ho utilizzato anche le video lezioni perché volevo approfondire meglio certi argomenti: è veramente un lusso avere una persona che in qualsiasi momento può spiegarti un determinato aspetto sul quale hai dei dubbi. Le simulazioni presenti in piattaforma sono molto utili perché in quelle nazionali, che si svolgono una volta al mese, viene stilata una graduatoria su un gran numero di partecipanti e questo ti permette di renderti conto del tuo livello su una competizione simile a quella del test di medicina. Anche le simulazioni in aula sono state fondamentali, perché il confronto con gli altri è stato assolutamente necessario anche per adattarsi al metodo stesso del test: 60 domande, nel tempo giusto e anche inferiore a quello disponibile il giorno del test, è stato il massimo della preparazione.

5) Come si può superare l test di Medicina? Date un consiglio a chi si sta preparando per il test di ammissione 2020.

Eleonora: Studiare, esercitarsi tanto e circondarsi di persone positive che credono in te e in quello che stai facendo. È importante anche non chiudersi nella bolla del test, bisogna respirare e prendersi del tempo per svagarsi, avere una regolarità e un senso di responsabilità. Il test non è il traguardo ma solo un ostacolo da superare.

Valentina: Bisogna abbattere completamente i momenti di sconforto, perché il test è una volta l’anno e devi pensare solo che sei lì e devi dare il tuo meglio!

Antonella Sanna

Antonella Sanna

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter WAU

Entra in WAU!

500 quiz inediti e commentati classificati per materia, argomento e livello di difficoltà + 5000 quiz ministeriali. Tutto ciò che ti serve per prepararti al Test di Ammissione.

Cosa aspetti? Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato.