Graduatoria IMAT: come funziona

come funziona la graduatoria IMAT

Seguici sui social

Ogni anno migliaia di studenti stranieri e italiani che vogliono studiare medicina in inglese si preparano per il test IMAT. La data dell’IMAT 2021 è il 9 settembre.

Se sei tra gli studenti che affrontano questo test come un’opportunità in più per entrare a medicina oppure se preferisci studiare in inglese, ti sarai sicuramente chiesto come funziona la graduatoria IMAT.

Come viene gestita la graduatoria e quando escono gli scorrimenti? Cosa succede in caso di parità? Continua a leggere per avere tutte le informazioni che ti servono.

Come funziona la graduatoria IMAT

Ogni anno il MIUR pubblica il bando IMAT, in cui sono riportate le modalità di iscrizione, di svolgimento del test di medicina in inglese, le scadenza per la graduatoria IMAT. 

Il bando di quest’anno deve ancora essere pubblicato, appena sarà online, troverai tutti i dettagli sulla pagina bandi test di ammissione 2021.

Solitamente i bandi sono molto simili a quelli degli anni precedenti, quello del 2021 non dovrebbe essere un’eccezione. Ecco cosa sappiamo sulla graduatoria IMAT dagli anni passati.

La graduatoria, redatta da Cambridge Assessment, sulla base del punteggio ottenuto dai candidati è unica nazionale per i candidati dei paesi dell’Unione Europea ed extra-UE. La graduatoria dei candidati dei paesi extra-UE residenti all’estero è definita dalle università in base ai posti definiti annualmente per questa categoria.

Per poter essere inseriti in graduatoria nazionale IMAT come idonei all’immatricolazione, i candidati UE ed extra-UE devono raggiungere un minimo di 20 punti. Questo limite non si applica ai candidati extra-UE residenti all’estero, ritenuti idonei se ottengono un punteggio superiore allo zero, tranne nel caso in cui non forniscano alcuna risposta.

Come funziona il punteggio IMAT? Il massimo dei punti è 90. Ecco come sono calcolati:

  • +1,5 punti per ogni risposta corretta
  • – 0,4 punti per ogni risposta errata
  • 0 punti per ogni risposta non data

Quando esce la graduatoria IMAT

Quando esce la graduatoria IMAT? Questo processo si svolge in due fasi. La graduatoria anonima con il solo punteggio e il codice etichetta esce sul sito Universitaly.it circa due settimane dopo lo svolgimento del test.

La graduatoria nazionale di merito nominativa esce dopo circa un mese dalla data dell’IMAT. Qualche giorno prima i candidati possono visionare il proprio punteggio, l’elaborato e la scheda anagrafica.

Cosa significano “assegnato” e “prenotato”

Secondo il punteggio ottenuto, le preferenze espresse in fase di iscrizione e i posti messi a disposizione dalle università che offrono il corso di medicina in inglese, i candidati vedranno accanto al proprio nome la dicitura assegnato o prenotato.

I candidati assegnati hanno ottenuto il posto nella loro prima scelta. Da questo momento hanno 4 giorni lavorativi, incluso quello dell’uscita della graduatoria o dello scorrimento, per immatricolarsi all’ateneo che hanno scelto. Gli studenti che non effettuano l’immatricolazione entro questo termine sono eliminati dalla graduatoria.

I candidati prenotati possono decidere di immatricolarsi nella rispettiva sede, oppure aspettare i successivi scorrimenti per provare a entrare nella sede della prima scelta. I candidati prenotati devono confermare il loro interesse su Universitaly.it entro le h. 12 del quinto giorno lavorativo dopo la pubblicazione della graduatoria o dello scorrimento.

I candidati che non hanno ottenuto il posto in nessuna delle sedi per le quali hanno manifestato preferenza risultato “in attesa”. Per loro la situazione potrebbe modificarsi durante gli scorrimenti, cambiando il loro stato in “prenotati”. Pure loro devono confermare l’interesse di rimanere nella graduatoria entro le h. 12 del quinto giorno lavorativo successivo alla pubblicazione della graduatoria o dello scorrimento.

Continua a leggere per scoprire come funzionano gli scorrimenti della graduatoria IMAT.

Scorrimenti IMAT: come funzionano

Gli scorrimenti possono influenzare in modo significativo la graduatoria. Infatti, rispetto al test in italiano, l’IMAT ha un livello di rinunce più alto, in quanto molti candidati lo tengono come seconda scelta per avere un’opportunità in più in caso di insuccesso al test di medicina in italiano.

Di solito, il primo scorrimento IMAT avviene dopo una settimana dalla pubblicazione della graduatoria nominativa e gli scorrimenti continuano con la stessa cadenza fino all’esaurimento dei posti.

La chiusura della graduatoria è comunicata con un decreto MIUR che dovrebbe uscire entro la fine del primo semestre.

IMAT: cosa succede in caso di parità

Cosa succede se più candidati ottengono lo stesso punteggio? Il MIUR ha considerato anche questa possibilità, ecco cosa succede in caso di parità:

  • prevale in ordine decrescente il punteggio ottenuto rispettivamente nelle domande di cultura generale e ragionamento logico, biologia, chimica, fisica e matematica;
  • prevale il possesso delle certificazioni linguistiche conseguite entro la data della chiusura delle iscrizioni;
  • solo in caso di ulteriore parità, prevale il candidato anagraficamente più giovane.

Leggi qua per capire quali sono le certificazioni valide per l’IMAT e come inserirle: Come iscriversi all’IMAT.

Iscriviti ai corsi di preparazione ai test di ammissione 2021. I corsi WAU! comprendono videolezioni, quiz, simulazioni, manuali e in più il supporto prezioso dei nostri esperti docenti e dei tutor, sempre pronti a rispondere ai tuoi dubbi e darti la motivazione giusta per prepararti con successo al test.

Immagine in evidenza di Joshua Golde su Unsplash

Nadia Plamadeala

Nadia Plamadeala

La comunicazione non è solo il mio lavoro. È il mio mondo. Sono mediatrice interculturale, social media manager, copywriter e brand reputation manager nel settore hospitality. Inoltre, collaboro come giornalista per testate che parlano di intercultura. Le 6 lingue che parlo fluentemente mi danno una grossa mano a spaziare tra temi, settori e interessi degli utenti globali del web.

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter WAU