Come funziona l’IMAT medicina?

IMAT medicina

Seguici sui social

Sei uno studente italiano con un buon inglese? Oppure non sei italiano ma desideri studiare medicina in inglese in Italia?

Allora, potrebbe interessarti partecipare all’IMAT medicina. Si tratta della prova di ammissione al corso di laurea magistrale di medicina in inglese in Italia, che offre numerose opportunità di carriera, in aggiunta a quelle tradizionali.

La data dell’IMAT è diversa da quella del test di medicina in italiano, per cui puoi anche tentare entrambe le prove per avere un’opportunità in più di entrare a medicina. L’IMAT 2021 sarà il 9 settembre, mentre medicina in italiano il 3 settembre.

Cos’è l’IMAT

Cosa vuol dire IMAT? L’acronimo IMAT significa International Medical Admissions Test.

Come già scritto, è il test di ammissione ai corsi di medicina e chirurgia e di odontoiatria in inglese in Italia. Questi corsi di laurea magistrale sono aperti a studenti nazionali e internazionali.

La prova interamente in lingua inglese è definita e sviluppata dal MIUR, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca italiano, in collaborazione con il Cambridge Assessment.

Adesso che sai cos’è l’IMAT, continua a leggere per sapere come si svolge il test.

IMAT: come funziona in inglese

Come funziona in inglese il test di medicina? Il test IMAT ha la stessa modalità di svolgimento del test di ammissione a medicina e chirurgia in lingua italiana. Dovrai rispondere a 60 domande con cinque opzioni di risposta di cui solo una corretta, sempre in 100 minuti.

Le domande saranno suddivise per materia in questo modo:

  • 8 domande di fisica e matematica
  • 12 domande di cultura generale
  • 18 domande di biologia
  • 12 domande di chimica
  • 10 domande di logica

Anche il calcolo del punteggio è lo stesso del test in italiano:

  • +1.5 punti per ogni risposta corretta
  • 0 punti per ogni risposta non data
  • -0.4 punti per ogni risposta errata

Cosa studiare per IMAT

Le conoscenze richieste per ogni materia fanno riferimento ai contenuti della preparazione scolastica. Il programma è molto ampio, identico a quello di medicina in italiano.

Superare il test di medicina in inglese è più facile rispetto a quello in italiano? La risposta è no, serve una preparazione seria e meticolosa e anche per l’IMAT la concorrenza è agguerrita:

  • nella parte che si riferisce alla cultura generale e alla logica dovrai essere in grado di completare un ragionamento e conoscere autori e tematiche affrontate nel corso degli studi;
  • per biologia dovrai conoscere i principali aspetti dei processi e della genetica;
  • nelle domande di chimica affronterai sia quella organica sia quella delle reazioni chimiche;
  • per rispondere correttamente ai quesiti di fisica, sarà necessario ripassare misure, cinematica, dinamica, termologia e termodinamica, elettrostatica e elettrodinamica;
  • per quanto riguarda la matematica, è richiesta la conoscenza di algebra, geometria, funzioni, probabilità e statistica.

Leggi i consigli e i trucchi per prepararsi al meglio all’IMAT. Vai a: Come studiare per l’IMAT

Facoltà di medicina in inglese in Italia

Quali sono le facoltà di medicina in inglese in Italia? Il bando di quest’anno non è ancora uscito.

Fino al 2020, le università italiane con attivo il corso di laurea magistrale di Medicina e Chirurgia in lingua inglese erano in totale 16, con l’Università di Siena unica a offrire il corso di Odontoiatria in lingua inglese.

Ecco l’elenco delle università statali dove studiare medicina in inglese e i relativi posti a disposizione:

  • Bari – 42 posti
  • Bologna – 70 posti
  • Campania “L.Vanvitelli” – 40 posti a Napoli
  • Messina – 38 posti
  • Milano – 44 posti
  • Milano-Bicocca – 22 posti a Bergamo
  • Napoli Federico II – 15 posti
  • Padova – 48 posti
  • Pavia – 70 posti
  • Roma “La Sapienza” – 38 posti
  • Roma “Tor Vergata” – 25 posti
  • Torino – 70 posti a Orbassano

Invece, le università private, nelle quali l’IMAT ha date differenti e possono essere richiesti requisiti particolari, sono:

  • Cattolica del Sacro Cuore – 30 posti a Roma
  • Humanitas – 190 posti a Pieve Emanuele
  • Campus Bio-Medico di Roma – 60 posti
  • San Raffaele Milano – 46 posti

I posti disponibili per medicina in inglese sono di solito meno di 1.000 all’anno, mentre gli studenti iscritti all’IMAT 2019 sono stati 10.450 e gli iscritti all’IMAT 2020 11.417.

Data la concorrenza fra i candidati, per chi vuole studiare medicina in inglese, la preparazione e il giusto metodo di studio possono fare davvero la differenza.

Medicina in inglese sbocchi lavorativi

Se vuoi studiare medicina in inglese per avere più sbocchi lavorativi, devi sapere che i 6 anni di studio non sono né l’unico né l’ultimo step per lavorare all’estero come medico.

Dove è riconosciuto IMAT medicina? La tua laurea sarà valida anche negli Stati Uniti, ma per esercitare dovrai superare anche l’USMLE, United States Medical Licensing Examination. La buona notizia è che le facoltà di medicina in Italia ti preparano anche per questo esame.

La principale differenza tra il corso di medicina in italiano e quello in inglese è che nel secondo caso avrai la possibilità di perfezionare la lingua, sia in ambito scientifico durante i corsi e gli esami, sia nell’interazione con gli altri studenti provenienti da tutto il mondo.

La lingua inglese è di certo uno strumento in più nel lavoro del medico, ma contano soprattutto le competenze, l’empatia, la dedizione e l’impegno.

Nel frattempo, il primo passo nella tua carriera in medicina è prepararti al meglio per superare l’IMAT.

Iscriviti ai corsi di preparazione ai test di ammissione 2021. I corsi WAU! comprendono videolezioni, quiz, simulazioni, manuali e in più il supporto prezioso dei nostri esperti docenti e dei tutor, sempre pronti a rispondere ai tuoi dubbi e darti la motivazione giusta per prepararti con successo al test.

Immagine in evidenza di Sammy Williams su Unsplash

Nadia Plamadeala

Nadia Plamadeala

La comunicazione non è solo il mio lavoro. È il mio mondo. Sono mediatrice interculturale, social media manager, copywriter e brand reputation manager nel settore hospitality. Inoltre, collaboro come giornalista per testate che parlano di intercultura. Le 6 lingue che parlo fluentemente mi danno una grossa mano a spaziare tra temi, settori e interessi degli utenti globali del web.

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter WAU