Chat with us, powered by LiveChat

Di cosa si occupa il veterinario? Dal test di ammissione ai compiti professionali, tutte le curiosità sul medico degli animali

vetrinario

Cosa sappiamo della professione di veterinario? È il medico da cui portiamo i nostri amici animali quando notiamo in loro malessere e sofferenza. Per scoprire meglio di cosa si occupa questa figura professionale, quale sia il percorso di studi da affrontare, abbiamo parlato con Gianluigi Mundula, studente al quarto della facoltà di Veterinaria di Sassari.

Cosa fa il veterinario? Ecco tutte le curiosità sul medico degli animali

La professione del medico veterinario inizia con l’iscrizione all’Ordine e con il giuramento dopo aver conseguito la Laurea Magistrale a Ciclo Unico in Medicina Veterinaria.

Secondo il codice deontologico il “Medico Veterinario svolge la propria attività professionale al servizio della collettività e a tutela della salute degli animali e dell’uomo”.

In particolare, dedica il suo lavoro:

-alla protezione dell’uomo dai pericoli e danni a lui derivanti dall’ambiente in cui vivono gli animali, dalle malattie degli animali e dal consumo delle derrate o altri prodotti di origine animale;

– alla prevenzione, alla diagnosi, alla cura delle malattie degli animali e alla tutela del loro benessere;

– alla conservazione e allo sviluppo funzionale del patrimonio zootecnico e faunistico;

– alla promozione di campagne di prevenzione igienico-sanitaria ed educazione per un corretto rapporto uomo-animale;

– alle attività collegate alle produzioni alimentari, alla loro corretta gestione ed alla valutazione dei rischi connessi alla gestione della sicurezza alimentare.

Test di ammissione e percorso formativo: come si diventa veterinario

Il test di ammissione alle facoltà di Medicina Veterinaria è un test a numero programmato in graduatoria nazionale. Ciò significa che lo studente che parteciperà al test dovrà guadagnarsi un posto in graduatoria competendo con gli studenti che svolgono il test nelle varie sedi italiane. Il test d’ingresso si svolge dunque in un’unica data in tutta la nazione.

Solo in caso di collocazione favorevole in graduatoria gli verrà assegnata una sede tenendo conto delle sue preferenze (comunicate con l’iscrizione al test) e dei posti disponibili.

Il corso di studi si svolge in 5 anni nei quali lo studente sarà messo in condizione di apprendere, esercitarsi e acquisire nel teorico ed anche nel pratico le attività professionali del medico veterinario; ciò grazie anche a un percorso formativo di tirocinio e attività pratiche che vanno di pari passo con le lezioni teoriche.

Terminato il corso di studi, in seguito alla consecuzione della laurea, si sosterrà l’esame di stato abilitante abilitante alla professione.

A questo punto non resta che affacciarsi nel mondo del lavoro che per questa professione offre numerosi campi di applicazione, dalla clinica all’igiene alimentare.

Sono numerose inoltre le Scuole di Specializzazione che permettono al medico veterinario di approfondire e arricchire le proprie competenze in un ramo specifico.

VUOI DIVENTARE VETERINARIO? SUPERA IL TEST DI AMMISSIONE CON GLI STRUMENTI DI PREPARAZIONE WAU!

Non è scontato sottolineare che il Medico Veterinario non si occupa solamente della cura degli animali ma la sua professione trova applicazione anche nella salvaguardia e nella tutela della salute umana. Ciò avviene grazie al suo lavoro nel controllo dei prodotti alimentari e dei rispettivi processi produttivi, nel controllo delle carni, controllo delle zoonosi e con l’istituzione dei piani di controllo ed eradicazione. 

“Quando mi chiedono: “che fai, curi gli animali?” rispondo: “no , curo te, per quello che faccio prima che tu arrivi a star male.”

Cit. Dr Antonio Limone, direttore Istituti Zooprofilattici Italiani

Leggi anche:

Cosa fa il fisioterapista? Cosa c’è da sapere sulla laurea in fisioterapia

Cosa fa l’ostetrica? Tutte le curiosità sulla laurea in Ostetricia

Antonella Sanna

Antonella Sanna

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter WAU

RESTA AGGIORNATO

Ricevi tutte le ultime novità per prepararti al meglio al test