Come studiare logica per il test di medicina secondo prof. Caserta

come studiare logica per il test di medicina

Seguici sui social

Cos’è la logica? È una materia che tra i banchi di scuola non si incontra spesso. Ci son ragazzi che l’hanno affrontata per sommi capi alle medie. Altri l’hanno appresa al liceo, studiando filosofia. 

La sensazione comune a tutti coloro che si approcciano alle domande di logica è la stessa: i quesiti sono complessi e artificiosi!

L’arte del corretto ragionare, una disciplina di carattere matematico, richiede impegno, creatività e una guida affidabile: ne è certo prof. Pier Paolo Caserta, docente di logica WAU!, insegnante e coautore del libro La logica che non cambia (Simone WAU!, Napoli 2020).

Leggi l’intervista e migliora il tuo modo di studiare la logica.

Come studiare la logica per il test di  medicina: 3 consigli

1. Studiare logica può essere divertente?

Rispondendo in modo affermativo, rischio di non fare testo, dato che ho deciso di dedicare alla logica una parte rilevante dei miei studi e della mia attività professionale. 

Per altro, nel caso dello studente che debba prepararsi per superare una prova come il test di medicina, non aiuta il fatto che la logica si presenti nella veste dell’ostacolo da superare per accedere agli studi che si desidera intraprendere. 

Tuttavia, credo davvero che la logica possa non soltanto risultare divertente, ma che la si apprenda anche meglio divertendosi. A patto di aver chiaro che rigore e creatività camminano insieme. 

Per rendere immediatamente comprensibile quello che intendo, spesso cito il caso di Lewis Carroll, che tutti conoscono come autore di “Alice nel paese delle meraviglie”, romanzo tra i più visionari e “irrazionali” mai scritti. Invece, non tutti sanno che Carrol è stato anche un ottimo conoscitore e un brillante divulgatore della logica (suo uno stimolante libretto dal titolo “The game of logic”). La biografia letteraria di Carrol è a mio avviso più eloquente di molti discorsi nel testimoniare che rigore e creatività non sono affatto nemici, anzi devono collaborare. 

Per divertirsi davvero, però, bisogna arrivare a padroneggiare le regole del gioco. L’acquisizione dei fondamentali della logica richiede metodo e impegno. L’investimento iniziale, tuttavia, se fatto in modo serio, viene presto ripagato con graduali e costanti miglioramenti nella soluzione dei quesiti. E già questo, se anche non risulterà necessariamente divertente per tutti, costituisce di certo una buona fonte di gratificazione.

2. Esiste una tecnica per risolvere gli esercizi di logica in modo efficace?

Più che una sola tecnica, esiste una gamma di procedure e strumenti che devono essere acquisiti: la gradualità degli apprendimenti è fondamentale e occorre studiare la logica con metodo.

Spesso si sottovaluta che anche nella logica esistono delle precise propedeuticità, ossia è indispensabile studiare prima alcuni argomenti, se si vuole capire quello che viene dopo.

Bisogna dunque procedere con ordine. Conviene sicuramente partire dalla logica proposizionale (valori di verità, operatori logici, tavole di verità), per giungere alla sillogistica, l’area della logica che studia le condizioni di verità dei ragionamenti. La logica proposizionale e la sillogistica costituiscono l’insieme dei prerequisiti. Tutte le altre applicazioni della logica vengono dopo.

3. Di solito quanto tempo è necessario per raggiungere dimestichezza con gli esercizi di logica?

Molto dipende dalla disponibilità di tempo investito nella preparazione. A mia esperienza, uno studio intensivo di un paio di mesi può già condurre a miglioramenti significativi. L’importante è affrontare lo studio della logica con sistematicità e con rigore.

In effetti, le maggiori difficoltà riguardano generalmente l’approccio alla logica. Una volta presa la via giusta, si possono fare rapidi progressi. Ovviamente occorre entrare nell’ordine di idee che esiste anche per la logica un percorso specifico e impegnativo da intraprendere.

Se si è disposti a farlo, i risultati saranno incomparabilmente migliori e più duraturi rispetto a quelli ottenuti da chi, svolgendo un numero anche elevato di quesiti, riponesse tutte le sue speranze solo nell’apprendimento empirico e intuitivo della disciplina.

Vuoi diventare un asso della logica? Iscriviti ai corsi online di preparazione ai test di ammissione 2021 di WAU!, disponibili in più pacchetti: solo pratica, completo o con la Summer School di medicina inclusa.

Il corso completo comprende:

  • 75 ore di didattica su tutte le materie del test: biologia, chimica, matematica, fisica, logica, cultura generale
  • 80 ore di pratica: test di valutazione, simulazioni live con correzione, quiz duello, esercitazioni mirate
  • quattro manuali di teoria e il libro di simulazioni I
  • 14 ore di Tecniche di apprendimento e memoria
  • ebook, statistiche e media dei punteggi
  • +80 ore di videolezioni già disponibili
  • 20 simulazioni live con correzione
  • piattaforma con 25 simulazioni
  • Masterclass Logica per private
  • Masterclass Cultura Generale
  • 1h di tutoraggio individuale
  • anatomia in Realtà Virtuale
  • 14 ore di metodo di studio
  • gruppi di studio h 24
  • 16.000 quiz

Se sei in quarta superiore Summer School di medicina in omaggio!

Per capire meglio il funzionamento delle facoltà a numero chiuso e il meccanismo della graduatoria di medicina, leggi anche:

Come funziona la graduatoria nazionale test medicina e i trasferimenti

Guida alle facoltà a numero chiuso

Immagine in evidenza di Fernando Latorre da Pixabay

Alessio Cozzolino

Alessio Cozzolino

Sono Alessio, frequento l'ultimo anno del Liceo Classico di Oristano. Curioso per natura, amo scrivere: a 14 ho iniziato a collaborare con il Corriere della Sera sui temi adolescenza e ambiente. I miei articoli sono stati pubblicati anche su La Repubblica, Skuola.net e La Voce di New York. Il mio sogno? Diventare medico.

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter WAU